Sei in Archivio

Viaggi

Fuoriporta - Bancarelle e fotografie per il fine settimana

10 maggio 2013, 17:39

Fuoriporta - Bancarelle e fotografie per il fine settimana

rubrica a cura di Andrea Violi

Tutti gli appuntamenti del weekend nel Parmense sono sulla Gazzetta di Parma in edicola ogni sabato. Per chi volesse un'alternativa fuori provincia, ecco alcune segnalazioni.

Bancarelle, cibo, arte e cultura: Casalmaggiore festeggia l'Europa
Nel weekend anche Casalmaggiore celebra la Festa dell'Europa. In calendario ci sono spettacoli per bambini e showcooking; il ristorante propone il menù italiano e quello tedesco. E domenica 12 c'è il Mercato Alta Qualità in piazza Garibaldi, dalle 8 alle 20.
Itinerario: guarda la cartina
Il programma completo sul sito della Proloco di Casalmaggiore

Bancarelle con hobbisti, prodotti tipici e "vecchierie" a Castell'Arquato
Nel paese medievale di Castell'Arquato, in provincia di Piacenza, domenica 12 maggio torna, come ogni seconda domenica del mese, il mercatino "Curiosando sotto il castello". Gli espositori propongono - come dicono gli organizzatori di Val d'Arda Promotion - hobbisti, prodotti tipici locali e "vecchierie". 
Dov'è Castell'Arquato: guarda la cartina 

Fotografia Europea arriva a San Martino in Rio con la mostra "Risonanze"
A Reggio Emilia continua Fotografia Europea, con un cartellone di eventi molto ricco: leggi l'articolo
La rassegna si allarga alla Bassa reggiana. Domenica 12 maggio alle 18,30 nella Rocca estense di San Martino in Rio (in provincia di Reggio Emilia) si inaugura la mostra fotografia "Risonanze". Gli scatti di Roberto Bissani (con la curatrice Eleonora Frattarolo) saranno esposte fino al 28 luglio.
La mostra, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di San Martino in Rio e dalla Galleria Radium Artis, si colloca nel circuito OFF della rassegna Fotografia Europea. Il Comune spiega che si tratta di "otto immagini fotografiche di grande formato, tenute insieme da un legame sottile e misterioso, vivono una loro esistenza sospesa richiamandosi l’una nell’altra. Ci raccontano con quale intensità e con quale fragilità il mondo (il cielo, gli alberi) sia tenuto insieme dalla nostra esistenza".
Dove si trova San Martino in Rio: guarda la cartina

A Ferrara ultimo giorno con la mostra di Pasquinaccio
Continua fino a domenica 12 maggio a Ferrara la mostra di Rodolfo Pasquinelli, in arte Pasquinaccio, artista marchigiano scomparso nel 2008. La mostra, che fa parte della rassegna Musica, Poesia e Arte per Ferrara, sono esposte al Museo Archeologico Nazionale. Gli orari: martedì-domenica, dalle 9,30 alle 17.
La presentazione della mostra:
"In terra di Marche si usa storpiare il nome o il cognome delle persone considerate fuori dal comune. Così nasce l’appellativo di Pasquinaccio, pseudonimo di Rodolfo Pasquinelli, artista nato in Ancona nel 1948 e scomparso a Treviso nel maggio 2008.
Infanzia nomade al seguito del padre, è in terra marchigiana che ama tornare, ed è qui, tra i colli di Jesi e quel mare in lontananza, che ora riposa e forse vaga.
Maturato e cresciuto tra Venezia e Treviso, trova qui la prima ispirazione e il volo della fantasia. La magica Venezia gli racconta la sua storia di miracoli e libertà, Venezia “…il solo posto al mondo dove i cavalli stanno in aria, i leoni hanno le ali e i piccioni vanno a piedi…”. 
E’ attratto dalla cultura Umanistica e i suoi quadri realizzati su tavola con colori a olio e sapienti velature, parlano spesso di temi mitologici in cui l’uomo, sempre protagonista, è in bilico tra realtà e sogno. Soffusi di malinconia, forza, tenerezza e sempre profondamente partecipi della fragilità umana, non rinunciano mai a quella vena di ironia, tratto del suo carattere, che regala un sorriso anche all’osservatore più distratto e superficiale. Col passare del tempo, però, è la scultura a stimolarlo maggiormente e presto realizza opere in legno frutto di una tecnica originale e personalissima. La realizzazione di forme, dapprima giocose ed eleganti, come i cavalieri ironici l’Altissimo, il Potentissimo, il Fortissimo, poi sempre più dinamiche e ardite, alla ricerca di un equilibrio tra forma, volume e linee che si curvano, rigirano su se stesse fino a dare vita alle figure. Nascono così i Veloci, i Giocosi, i Quasi Volo,  le sue Donne e quelle Sirene da tanto sognate che sembrano portare in superficie l’essenza dell’uomo e dell’artista.
È a questo punto che la sua opera si ferma, ma non il suo progetto".
Bussola
Costo: 5 euro ingresso al museo
Dove:  Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, Sala delle Carte Geografiche in via XX settembre 122 
Orari: dal 3 al 12 maggio (martedì-domenica, 9.30-17)  

(foto tratta dalla locandina della Festa dell'Europa di Casalmaggiore)