Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Moto e grandi piloti d'altri tempi ancora una volta insieme a Varano

10 maggio 2013, 22:04

Moto e grandi piloti d'altri tempi ancora una volta insieme a Varano

Lorenzo Centenari

Motori d’altri tempi, passione senza età. Né lingua, cittadinanza, classe sociale. Quella dei motociclisti è democrazia senza frontiere.
Al circuito «Riccardo Paletti» porte aperte, da stamattina, alla  dodicesima edizione di «Asimotoshow», nientemeno che il maggior raduno dinamico di moto storiche in Europa.
Oltre seicento, nel complesso, saranno i centauri di vecchia e nuova generazione che si sono dati appuntamento per questo week end in Valceno.
Con loro porteranno mille esemplari di motociclette di valore storico. Parte di esse saranno in bella mostra all’interno del paddock, mentre il resto del gruppo scenderà regolarmente in pista per un totale, da oggi a domenica mattina, di quattro turni di guida ciascuna.
Benelli, Tomos, Perugina, Rudge & Phyton, Gilera, Laverda, Ariel, MV Agusta, Parilla alcuni degli storici marchi presenti: sull'asfalto di Varano come a un vero e proprio salone all’aperto delle due ruote d’antan. Con la differenza che l’ingresso, per il pubblico, è totalmente gratuito.
 Numerosi i temi che coloreranno l’ennesimo ritorno a Varano dell’Automotoclub Storico Italiano, partner del «Paletti» da un decennio abbondante: dagli anniversari di Harley Davidson (110 anni), Bimota (40) e Velocette (100) alla mostra sulla storia della moto francese, dalla rievocazione del Circuito del Lario all’esposizione di moto e immagini in memoria di Renzo Pasolini e Jarno Saarinen, scomparsi esattamente 40 anni fa in un tragico incidente.
A commemorare i due campioni, anche una sfilata di Aermacchi e Yamaha dell’epoca. 
Gran finale in programma, poi, per le 13 di domenica, quando in pista la «Parata dei Campioni» strapperà ai presenti lacrime di nostalgia.
Il britannico Phil Read, l’americano Freddie Spencer, il venezuelano Carlos Lavado, gli italiani Marco Lucchinelli, Pier Paolo Bianchi ed Eugenio Lazzarini sono i sei Campioni del Mondo che - assieme ad altri trenta celebri piloti titolari di trofei europei e nazionali – cavalcheranno i prototipi che un tempo guidarono fin lassù, fino al titolo iridato. Rinnovando l’incantesimo che vuole il binomio Asi-Varano semplicemente speciale.