Sei in Archivio

Italia-Mondo

Berlusconi a Brescia: "Pm, non mi impedirete di essere leader"

11 maggio 2013, 21:05

Berlusconi a Brescia:

Ci sono stati momenti di  contestazione all’arrivo di alcuni rappresentanti del Pdl all’hotel Vittoria di Brescia da dove poi muoveranno verso la manifestazione in difesa di Silvio Berlusconi, nella vicina piazza Duomo.

Alcune persone hanno gridato: «Fascista» a Maurizio Gasparri, mentre due donne hanno esposto degli striscioni: 'A Brescia siamo donne in verticale'. All’hotel Vittoria, al momento, oltre a Gasparri sono arrivati il coordinatore del Pdl Denis Verdini e altri parlamentari.
 
MILITANTE PDL AGGREDITO A CALCI E PUGNI
Un militante del Pdl è stato raggiunto da pugni e calci mentre si stava recando alla manifestazione promossa dal partito. È stato lo stesso militante a raccontarlo con il viso sanguinante. «Mi hanno colpito a calci e pungi. Se li vedo li riconosco». L’episodio è avvenuto in piazza Vittoria. L'uomo, che aveva un taglio allo zigomo, ha raccontato di essere intervenuto perchè un gruppo di contestatori stava insultando delle persone anziane. A quel punto, ha raccontato ha ricevuto alcuni calci e pugni, pare da due persone.
 
ALFANO, LEALE A GOVERNO E PDL, PER ME E' GIUSTO
«Leale al Paese, leale al governo, leale al Popolo della libertà. Per qualcuno è troppo, per me è giusto». Lo scrive su Twitter il segretario del Pdl e ministro dell’Interno Angelino Alfano replicando alle polemiche per la sua presenza oggi a Brescia alla manifestazione del Pdl con Berlusconi .
 
CONTESTAZIONI AD ARRIVO SANTANCHE'
E' stata l’ex sottosegretario Daniela Santanchè ad essere tra i più contestati dagli esponenti dei centri sociali bresciani al suo arrivo per partecipare alla manifestazione in sostegno di Silvio Berlusconi. Il gruppo della sinistra antagonista continua a rimanere fuori dall’hotel, tenuto a distanza da un cordone di polizia. Si è verificato, in precedenza, anche qualche momento di tensione.
 
BERLUSCONI AI PM: NON MI IMPEDIRETE DI ESSERE LEADER
«Ci sono dei magistrati politicizzati accecati dal pregiudizio e odio nei miei confronti io da qui voglio mandargli un messaggio: potete farmi di tutto ma c'è una cosa che non mi potrete impedire cioè di essere il leader del Pdl, fino a quando molti milioni di italiani lo vorranno». Lo afferma Silvio Berlusconi a Brescia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA