Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Omnicida scarcerato: comitato chiede giustizia

11 maggio 2013, 21:01

Omnicida scarcerato: comitato chiede giustizia

E' nato oggi 'Uniti per Titti', comitato di amici e colleghi di Tiziana Olivieri, la donna uccisa lo scorso anno dal compagno Ivan Forte a Rubiera, nel Reggiano. L’omicida reo confesso è stato scarcerato nei giorni scorsi per decorrenza dei termini di custodia cautelare e dopo questo errore giudiziario chi conosceva la donna, che oggi avrebbe compiuto 42 anni, chiede giustizia e che casi simili non accadano mai più.

Il comitato, riunito a Marzaglia di Modena, ha anche scritto una lettera alla presidente della Camera, Laura Boldrini, e annuncia di voler allegare una petizione per cambiare la norma che regolamenta la decorrenza dei termini. «Non può essere concessa questa possibilità ai rei confessi di omicidio», hanno ripetuto i membri di 'Uniti per Tittì, che saranno anche ricevuti il 28 maggio dal sindaco di Rubiera.
Forte, nell’aprile dello scorso anno, aveva strangolato la compagna mentre il loro figlio di 11 mesi dormiva nella stanza accanto. L’uomo aveva poi dato fuoco all’abitazione per simulare un incendio e cancellare ogni traccia, ma aveva poi confessato l'omicidio ai carabinieri.