Sei in Archivio

Sport

Formula Uno, in Spagna vince Alonso. Raikkonen sul podio, Massa è terzo

12 maggio 2013, 19:03

 

(Vincenzo Piegari - agenzia Ansa)

MONTMELO' (SPAGNA) – Trionfo in casa per Fernando Alonso e doppietta Ferrari sfiorata. La delusione delle brutte qualifiche si è trasformata in gioia pura per la Ferrari e tutto il pubblico del Montmelò al traguardo del Gran Premio di Spagna. Corsa che segna il ritorno del Circus in Europa e ribadisce la forza della F138 capace, novità azzeccate o no, di permettere al pilota di Oviedo di rimontare in classifica sul leader della Red Bull Sebastian Vettel (da 30 a 17 i punti di differenza ora tra i due) che deve accontentarsi del quarto posto. Grande corsa anche per Felipe Massa, a lungo in seconda posizione e superato solo all’ultimo pit-stop dalla Lotus di Kimi Raikkonen che riesce a fermarsi solo tre volte grazie alla sua solita gestione perfetta delle gomme. Sotto tono le Mercedes che, partite in prima fila, si sono sciolte ben presto come neve al sole con Nico Rosberg solo sesto e Lewis Hamilton addirittura dodicesimo.
Pronti via con la Mercedes di Rosberg che mantiene la prima posizione conquistata nelle qualifiche tenendo dietro la Red Bull di Vettel, che scattava dalla terza piazza, e la Ferrari di Alonso che passate le prime curve guadagna due posizioni. Bene al semaforo verde anche l’altra Rossa di Massa, dalla nona alla settima piazza, e dopo poco a ridosso dei primi. Dieci giri e comincia la girandola di pit-stop, al rientro in pista dal decimo al tredicesimo giro, Alonso con le gomme hard si scatena portandosi in testa alla gara, davanti a Vettel e Rosberg. Mentre il pubblico del Montmelò esulta si fa sotto anche l'altra F138 di Massa che si porta alle spalle della Red Bull di Vettel. La Ferrari è la più forte di tutti e dopo qualche giro il brasiliano si porta al secondo posto dietro al compagno Alonso.
Ben presto la gara diventa un monologo Rosso con Alonso e Massa che inanellano giri veloci su giri veloci. Sia Vettel che Raikkonen non riescono a tenere il ritmo delle due monoposto di Maranello che sembrano involarsi verso una facile doppietta. Quando siamo a metà gara Alonso spinge per accumulare preziosi secondi in vista della prossima sosta: ora ha 9"5 su Massa e 17"5 su Vettel che è tallonato da uno scatenato Raikkonen. Al giro 33 attacco vincente di Raikkonen ai danni di Vettel, ottimo il sorpasso del finlandese. Pochi istanti e assurdo tamponamento della Sauber di Nico Hulkenberg che nell’uscire dalla piazzola colpisce il la rientrante Toro Rosso di Jean-Eric Vergne.

 

Al 37/o giro Alonso decide di rientrare perchè Raikkonen stava girando troppo rapidamente. Con lo spagnolo si ferma anche Massa. Al ritorno in pista Alonso attacca e passa Raikkonen in rettilineo agevolmente. Si va avanti così con il ternino Alonso-Massa-Raikkonen-Vettel fino al momento della quarta sosta a 16 giri dalla fine. Tutte le vetture di testa si fermano tranne Raikkonen che si porta in seconda posizione: il finlandese sembra intenzionato a fermarsi solo tre volte. La Lotus riesce ad 'accarezzarè le gomme portandole fino al traguardo e togliendo la gioia della doppietta alla Ferrari, ma non la voglia di festeggiare un primo e terzo posto che rilancia le ambizioni della scuderia di Maranello sia per il campionato piloti che per quello costruttori.