Sei in Archivio

Provincia-Emilia

La Regione: "Faremo di tutto per aiutare l'Appennino"

13 maggio 2013, 01:59

La Regione:

Alex Botti

«La mia speranza è che quando ve ne andrete possiate portare con voi un segnale importante dal paese, la sua forza e la sua volontà nel non mollare e nel voler ripartire». Questo è uno dei messaggi di Massimo De Matteis, sindaco di Corniglio, durante la visita a Sauna di una delegazione del consiglio regionale, più altre autorità. Nel paese devastato dall’immensa frana sono giunti in visita Palma Costi presidente dell’assemblea legislativa Emilia Romagna, Roberto Corradi e Gabriella Meo dell’ufficio di presidenza regionale, assieme al consigliere Gabriele Ferrari. Erano presenti anche diversi sindaci di comuni limitrofi come Alessandro Garbasi e Stefano Bovis, e poi il presidente della Comunità montana Claudio Moretti, il direttore del Consorzio di Bonifica Parmense Meuccio Berselli con il tecnico Francesco Groppi, l’assessore provinciale Ugo Danni, il segretario di zona Coldiretti Alessandro Corchia oltre a diversi consiglieri ed assessori di Corniglio. 
«Venendo qui ci si rende conto di cosa è questo disastro, ma anche di come reagiscono i nostri territori» ha commentato Palma Costi. «Quando sono stata eletta ho espresso la mia volontà di essere presidente di tutto il territorio, dalla montagna alla pianura, dai comuni piccoli a quelli grossi, e per fare ciò è necessario uscire dal palazzo. Per questo ci tenevo molto a venire. Ora purtroppo la situazione non comporta per noi soluzioni immediate, ma si farà di tutto per sostenere l’Appennino». 
«La Regione - ha aggiunto Gabriele Ferrari - si è attivata subito per richiedere lo Stato di Emergenza, infatti era stata richiesta soltanto 3 giorni dopo l’inizio di questi avvenimenti. Finora il sistema territoriale ha funzionato ed ha risposto molto bene. Ora siamo consapevoli che non sia finita, e che di certo 14 milioni di euro non ci bastino, ce ne vorranno altri e per questo bisogna lavorare». 
Riuniti nella sala convegni della Colonia montana a Corniglio hanno poi potuto scambiare alcune veloci impressioni prima di ripartire alla volta del Tizzanese. L'assessore Matteo Cattani ha portato i propri ringraziamenti: «Questa visita e quello che avete fatto è una bella rivincita che avete dato a favore delle istituzioni, che troppo spesso vengono criticate ingiustamente». Poi alcuni spunti, come quello di Tonino Ferrari, delegato della Provincia nel Coc che ha sottolineato: «Nella frana di Corniglio sono stati persi 5 prosciuttifici e di tutti quei posti di lavoro non ne è stato ricostituito nemmeno uno, vediamo che non succeda la stessa cosa a Sauna».  E Stefano Bovis, sindaco di Langhirano ha aggiunto: «Ci sono somme importanti già stanziate per altre occasioni che giacciono inutilizzate, cerchiamo di trovare il modo di sbloccarle ora che ce ne è bisogno e non rischiamo di perderle».
 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema