Sei in Archivio

Economia

Assegni familiari per i figli: come fare per ottenerli

14 maggio 2013, 13:36

Sono una lavoratrice domestica madre di due bambini.  Cosa  devo  fare per percepire gli assegni per i miei figli?
V.I. Parma

Carlo Padovani
Per  poter percepire gli assegni per i due figli, la signora deve presentare domanda all’Inps attraverso uno dei seguenti canali:
qWeb – servizi telematici accessibili da parte del cittadino mediante Pin;
qContact Center - utilizzando il numero 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico;
qPatronati  - attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.
L’assegno per il nucleo familiare è una prestazione a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei titolari di prestazioni a carico dell’assicurazione generale obbligatoria, che abbiano un reddito complessivo al di sotto  delle fasce stabilite annualmente per legge.
L'importo Il diritto per ottenerlo e l’importo dipendono dal numero dei componenti, dalla tipologia e dal reddito del nucleo familiare stesso. Il reddito del nucleo familiare è costituito dalla somma dei redditi conseguiti dal richiedente e dai familiari che concorrono alla composizione del nucleo medesimo nell’anno solare precedente il primo luglio dell’anno per il quale viene effettuata la richiesta  di assegno ed ha validità fino al 30 giugno dell’anno successivo.
Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell’assegno stesso, deve essere comunicata entro 30 giorni.
Decorrenza La decorrenza è fissata dal primo giorno del periodo di paga o di pagamento della prestazione previdenziale nel corso del quale si è verificata la condizione richiesta per il riconoscimento del diritto, per esempio la nascita di figli o la celebrazione del matrimonio e cessa alla fine del periodo in corso alla data in cui le condizioni stesse vengono a mancare.
Il pagamento Viene effettuato: dal datore di lavoro, per conto dell’Inps, ai lavoratori dipendenti in attività, in occasione della corresponsione della retribuzione oppure dall’Inps direttamente nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore iscritto alla gestione separata, lavoratore di ditte cessate o fallite o abbia diritto agli assegni  come beneficiario di altre prestazioni previdenziali.
Nel caso in cui sia l’Inps ad effettuare direttamente il pagamento verrà emesso un bonifico presso un Ufficio Postale o, su richiesta, mediante accredito sul conto corrente bancario o postale con l’indicazione del codice Iban.