Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Reggio Emilia, morì a 36 anni durante un intervento allo stomaco: condannato l'anestesista

14 maggio 2013, 22:30

Il 20 luglio 2009 Donato Sinisi, imprenditore 36enne residente a Bibbiano, entrò in sala operatoria all'ospedale di Reggio Emilia. Sinisi pesava 160 chili e l'intervento lo avrebbe aiutato a dimagrire. Invece il 36enne è morto in sala operatoria. E ora il tribunale di Reggio ha condannato l'anestesista a un anno di reclusione (pena sospesa) per l'accusa di omicidio colposo.
Sinisi abitava a Bibbiano, nella Val d'Enza reggiana. Gestiva un distributore a Cella, aveva una moglie e due figli. Aveva deciso di sottoporsi all'intervento per il bypass gastrico. Ma su quel lettino di ospedale Sinisi morì.
Il padre Michele e gli altri famigliari hanno fatto denuncia. Inizialmente gli indagati erano quattro ma alla fine è stato processato l'anestesista, con l'accusa di omicidio colposo. La notizia è riferita dal Resto del Carlino di Reggio Emilia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA