Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Un milione e mezzo per le emergenze

14 maggio 2013, 18:52

Un milione e mezzo per le emergenze

CORNIGLIO
Alex Botti
Solo per fronteggiare le emergenze il Comune di Corniglio ha stimato un conto di 1,3 milioni di euro, che raggiungerà il milione e mezzo a fine settimana.
È questo il bilancio uscito dall’incontro di ieri nella sede del Servizio tecnico di bacino, alla presenza del responsabile dottor Gianfranco Larini, dei geologi del servizio e del sindaco Massimo De Matteis, accompagnato dal capoufficio tecnico Ulisse Groppi.
L'incontro era stato organizzato per dare una «sgrossata» all’enorme conto che il dissesto idrogeologico ha portato a Corniglio, alla luce dello stanziamento dei primi 14 milioni di euro per tutta l’Emilia. Come ha spiegato il sindaco De Matteis, per ora, si sono conteggiati solamente gli interventi fatti e da fare per la salvaguardia dei centri abitati e per l’emergenza. Una somma che sfiora il 1,3 milione di euro che entro venerdì raggiungerà il 1,5 milione.
In questi pochi giorni, infatti, le schede tecniche verranno aggiornate aggiungendo tutto ciò che riguarda le reti idriche, del gas e della luce. In più si aggiungeranno anche le spese di monitoraggio, soprattutto ora che è palese sia necessario che i rilevamenti non siano più fatti con semplici paletti e fili, ma con apparecchiature sofisticate ed accurate, che possano dare dati molto più precisi con i quali si possa veramente conoscere ogni aspetto della frana.
A Sauna il monitoraggio comunque continua. Nonostante non vi siano segnali nelle adiacenze delle strutture non coinvolte dal movimento della terra, nelle vicinanze della stalla in preallarme la terra continua a muoversi, registrando spostamenti giornalieri di circa 5-10 centimetri.