Sei in Archivio

Parma

Via Spezia, rapina in banca con ostaggi: arrestati in tre

14 maggio 2013, 14:32

Via Spezia, rapina in banca con ostaggi: arrestati in tre

Il piano (anche se un po' più complicato del previsto) era riuscito alla perfezione: erano entrati all'ora di pranzo nella filiale della Banca Popolare dell'Emilia Romagna di via Spezia armati di cutter, aveno schiaffeggiato il vicedirettore alla scoperta che non poteva aprire subito le cassaforti, e preso in ostaggio insieme a lui tre impiegati e una addetta alle pulizie. Poi avevano atteso per tre quarti d'ora l'apertura delle serrature temporizzate. Un sangue freddissimo che è valso un bottino di 53mila euro.

Ma l'euforia è durata poco: i fotogrammi dei tre uomini che entravano nella filiale a volto scoperto (un quarto complice era in auto ad attenderli) hanno fatto il giro delle Squadre Mobili d'Italia, e si è scoperto che la banda aveva già colpito in Basilicata, Piemonte e Sicilia. E che, invece, a Rimini, il loro blitz era finito male, con l'arresto. Il confronto tra i fotogrammi e le fotosegnaletiche hanno permesso di confermare che si trattava dei rapinatori della filiale di via Spezia": Marco Giuseppe Sciuto, 20 anni, Giulio La Rosa, 22, Pietro Aloisio, 33. I tre, tutti catanesi ed incensurati,  si trovavano già nel carcere di Rimini ed è lì che i poliziotti parmigiani si sono recati per eseguire l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina aggravata e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.