Sei in Archivio

Provincia-Emilia

A Busseto lo sport diventa una festa per 2500 ragazzi

15 maggio 2013, 19:30

A Busseto lo sport diventa una festa per 2500 ragazzi

Non c’era che l’imbarazzo della scelta: dall’atletica leggera al basket, dalle bocce alla ginnastica artistica, dal judo al rugby e poi scherma, softball/baseball, tennis, tennis tavolo, calcio e volley da seduti, aikido, frisbee, ciclismo e molto altro ancora. Sono tutte le discipline (più di trenta) della Festa provinciale dello sport, che si è svolta oggi al Parco dello sport di Busseto in un clima di allegria e vitalità. Sport in festa davvero, con 2500 ragazzi delle scuole di Parma e del Parmense, a cimentarsi in varie discipline, seguiti da personale qualificato, a fare amicizia con bambini e ragazzi di altre scuole, a imparare i valori veri che la pratica sportiva autentica porta con sé, lontano dall’agonismo esasperato.
Erano circa cento le stazioni allestite da federazioni, enti di promozione sportiva e associazioni sportive del territorio per le varie discipline, tutte gestite da istruttori esperti. Con i bambini, come sempre, gli studenti-tutor dell’indirizzo sportivo dell’Isiss Giordani (classi III, IV e V), coordinati dal docente Mauro Bernardi, che da otto anni collaborano attivamente allo svolgimento della festa: nel complesso 10 le classi del Giordani coinvolte quest’anno, per oltre 200 allievi.
«Come in tanti campi, abbiamo dimostrato anche in questo di essere utili - ha detto nel saluto ai ragazzi il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli -. È un contributo che ogni anno intendiamo dare affinché i bambini imparino a vivere bene e a stare bene: e lo sport in questo aiuta molto».
Con Bernazzoli anche il responsabile dell’Agenzia per lo Sport della Provincia Walter Antonini, il sindaco di Busseto Maria Giovanna Gambazza, il delegato provinciale del Coni Gianni Babieri, la preside dell’Isiss Giordani Lucia Sartori e il presidente del Centro sportivo educativo nazionale (Csen) Francesco Proietti.
Dal sindaco di Busseto Maria Giovanna Gambazza indubbia soddisfazione, e ai ragazzi «un forte invito a partecipare e a fare sport, perché lo sport unisce e insegna a convivere». Dal responsabile dell’Agenzia per lo Sport della Provincia molti ringraziamenti a tutti i componenti della macchina organizzativa: «È una bellissima festa - ha commentato Walter Antonini - grazie alla partecipazione e all’impegno di tanti. E qui voglio davvero ringraziare in particolare tutti i volontari che ci hanno lavorato e ci stanno lavorando: dagli Alpini al personale che si occupa della cucina e a ragazzi e docenti del Giordani, che per noi sono una certezza». Ringraziamenti ricambiati dalla preside del Giordani Lucia Sartori.
Pieno il sostegno del Coni, che con il delegato provinciale Gianni Barbieri ha sottolineato l’opportunità offerta ai ragazzi «di provare tutti gli sport e di trovare il proprio. E ci auguriamo che qualcuno di voi - ha detto loro - possa anche eccellere».
Tutte le attività e l’accoglienza sono state gratuite per bambini, ragazzi e adulti accompagnatori. E così pure il pranzo e le merende offerti a tutti i partecipanti.

Gli organizzatori:
Provincia di Parma, Comune di Busseto, Coni, Cip, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Isiss Giordani, Cus, Aics, Csen, Csi, Uisp, SoY (Special Olimpics), U.S. Acli
Gli sponsor:
Smtp, Centro fisioterapico Maria Luigia, Gazzetta di Parma, Metal Parma, Coop consumatori Nord Est, Radio Bruno.