Sei in Archivio

Gazzettascuola

Con l'orienteering la gita è gratis per 450 ragazzi

15 maggio 2013, 14:07

Con l'orienteering la gita è gratis per 450 ragazzi

Chiara Cabassi
Gita tra sport e cultura e a misura di crisi. Da Parma a Ravenna per l’orienteering culturale dell’Emilia Romagna.
  Da Parma alla volta di Piazza San Francesco, nel cuore di Ravenna, sono partite classi di tre scuole di Parma: primaria di secondo grado Parmigianino, Istituto comprensivo Bocchi di Baganzola e istituto tecnico commerciale Melloni. Come meta la sesta edizione del trail-orienteering culturale dell’Emilia Romagna. Una gita scolastica diversa dal solito, che ha unito classi di diverso grado e provenienza, ma anche interdisciplinare nello svolgimento.
 Nata come gara di gambe e fiato (l’iniziativa si sviluppa con una gara di velocità nel ritrovare le «lanterne», cioè punti segnati su una mappa in scala della città) in questa versione culturale vede il superamento dei vari traguardi grazie a risposte corrette a test e storico-artistici appunto su Ravenna, che si è fatta da polo catalizzatore di studenti da tutta la regione. I ragazzi di Parma, in tutto 450, hanno conquistato il primo posto in classifica come provincia con il maggior numero di partecipanti.
L’iniziativa promossa dalla Regione vuole essere un modo per affermare la disciplina sportiva come parte integrante del percorso scolastico e offrire una giornata di competizione vissuta come gioco di squadra, di difesa dei colori della città e della scuola di appartenenza, ma anche un’occasione per unire ragazzi delle diverse città dell’emilia romagna e per conoscere appunto una delle belle città del suo territorio. Scelta come gita d’istruzione, grazie al contributo regionale, è stata proposta alle scolaresche a costo zero.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA