Sei in Archivio

Economia

Kuwait City chiama la Pizzarotti

16 maggio 2013, 01:04

Kuwait City chiama la Pizzarotti

L'impresa Pizzarotti amplia la propria attività all'estero e lo fa in uno degli emirati più ricchi ed evoluti del golfo persico, a dimostrazione che anche in questo momento difficile per l'economia, esistono realtà industriali italiane che sanno farsi valere.
La buona notizia è l’aggiudicazione dell'appalto per la progettazione, la realizzazione, l’arredamento, la forniture delle attrezzature medicali e la manutenzione relativi all'ampliamento dell’ospedale Al-Amiri per conto del ministero kuwaitano della sanità. Il contratto, del valore di circa 256 milioni di euro, è stato firmato nei giorni scorsi dalla joint venture costituita dall’impresa parmigiana con 2 imprese locali.
In particolare, per lo sviluppo della progettazione, l'intesa si avvale dello studio Altieri & Qattan Architects . L'ospedale, al servizio di Kuwait City, avrà 416 posti letto complessivi e si svilupperà su 12 piani su  una superficie totale di 13.710 metri quadrati, per uno sviluppo di 101.000 metri quadrati lordi. La struttura sarà dotata di un parcheggio per 640 posti macchina.
Il tempo, stabilito dal contratto appena firmato, per il completamento dell'intervento è fissato in 42 mesi, 6 dei quali saranno di sola progettazione. «Questo stimolante risultato imprenditoriale - fanno sapere dall'impresa Pizzarotti - oltre ad aprire un nuovo fronte di sviluppo in un paese in forte espansione come il Kuwait, consolida la presenza nel settore dell'edilizia ospedaliera del nostro gruppo che ha in corso di realizzazione, come concessionario di costruzione e gestione, quattro ospedali in Toscana (Lucca, Massa ,Pistoia e Prato) mentre in Francia, come appaltatore, l'ospedale della Timone a Marsiglia e l'ospedale di Sospel».
Non ultimo, come iniziativa benefica e sociale l’impresa Pizzarotti, con un proprio contributo di 2 milioni, partecipa unitamente ad altri imprenditori parmensi, alla Fondazione Ospedale dei Bambini di Parma Onlus, che si è assunta l’onere di progettare e di realizzare a proprie spese il nuovo Ospedale Pediatrico della città di Parma, opera inaugurata il 25 gennaio scorso alla presenza del ministro della Salute Renato Balduzzi , del presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani e di numerose altre autorità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA