Sei in Archivio

Economia

Servizi Italia, 2,7 milioni di profitti. Il business si amplia in Brasile

15 maggio 2013, 21:49

Servizi Italia, 2,7 milioni di profitti. Il business si amplia in Brasile

Ricavi in aumento nel primo trimestre per Servizi Italia.
La società, leader nel mercato italiano dell'outsourcing sanitario dei servizi ospedalieri, ha chiuso con un fatturato di 52,2 milioni, +5,4% sul 2012. A parità di perimetro di consolidamento il fatturato risulterebbe in calo del 3,6% per effetto di un generalizzato calo nei volumi di vendita e produttivi dovuti alla cosiddetta spending review che ha riguardato in particolare i servizi di lavanolo e sterilizzazione tessuti. L'Ebitda aumenta da 14,6 milioni del primo trimestre 2012 a 15 milioni con una crescita del 2,9% (-5,8% a parità di area di consolidamento). Il risultato operativo (Ebit) passa invece da 5,2 milioni a 5,4 milioni dopo aver accantonato ammortamenti e svalutazioni per 9,6 milioni. L'utile netto si mantiene stabile a 2,7 milioni, mentre l'indebitamento finanziario netto di 54,5 milioni è diminuito rispetto al 31 dicembre 2012 (60,1 milioni).
«I risultati positivi ottenuti - spiega l'ad di Servizi Italia, Luciano Facchini - sono frutto delle scelte definite e realizzate nel corso di quest’ultimo biennio: aumento di capitale, crescita interna ed esterna, in Italia ed in Brasile, ristrutturazione organizzativa. Il management nel 2013, sta perseguendo l’obiettivo del mantenimento dei livelli di redditività del business, con la ricerca continua di sinergie, ed efficientamento produttivo e nel contempo sviluppando la strategia di internazionalizzazione del business in Brasile».