Sei in Archivio

Parma

Concerti fra i dipinti e visite nell'Orto "segreto": è la Notte dei Musei

17 maggio 2013, 13:58

Concerti fra i dipinti e visite nell'Orto

La notte europea dei musei riempie Parma di iniziative. Ecco i principali appuntamenti

Il Museo di Storia Naturale dell’Ateneo aderisce all’iniziativa “Notte europea dei musei” con un’apertura notturna straordinaria. Le visite alle collezioni di scienze naturali (fauna del Parmense, lepidotteri in gran parte esotici e raccolta etnologica congolese) di via Farini sono previste per sabato 18 maggio dalle ore 21 alle ore 24 con visite guidate su prenotazione alle ore 21, 22 e 23 (tel. 0521/033430 o musnat@unipr.it).


Durante la manifestazione Fascination of plants day in programma per sabato 18 maggio, organizzata sotto l’egida della European Plant Science Organisation, si effettueranno visite guidate condotte da specialisti all’Orto Botanico, nonché alle collezioni di piante officinali, insettivore e succulente.
La giornata del fascino del mondo vegetale, organizzata in collaborazione con l’Associazione “Amici dell’Orto Botanico”, sarà l’occasione per far conoscere anche al vasto pubblico le attività di ricerca svolte all’interno del Dipartimento di Bioscienze, mentre un’insolita mostra filatelica riguarderà “le piante nei francobolli”.
Una proiezione in continuum di immagini relative alle piante e al loro utilizzo si terrà nell’aula Ferrante dalle 10 alle 19.
Dalle 16.30 alle 18.30 sarà attivo il laboratorio Un mondo piccolissimo, con visione al microscopio di campioni vegetali.
L’evento si concluderà con An English Division Viol: la viola inglese ornamentata, concerto-conferenza di musiche barocche a tema botanico a cura dell’Associazione “Silentia Lunae”, con inizio alle  19. Musiche di Dowlands, Campian, Ravenscroft, Hume, Simpson, Playford affiancate a ballads e danze da raccolte di musiche popolari e folk tra 1500 e inizio 1800.
Il gruppo, composto da Maria Caruso, voce e viola da gamba, Elena Bacchini, viola da gamba, Richard Benecchi, liuto e tiorba, e Flavio Spotti, percussioni, propone uno stile interpretativo immediato, vicino alla sensibilità contemporanea, ispirato ai grandi pionieri del revival della musica antica e folk dei primi del Novecento, in una ricerca di radici genuine e suono solido.
 

 In occasione della Notte dei musei 2013,  la Soprintendenza per i beni storici, artistici, etnoantropologici di Parma e Piacenza e la Biblioteca Palatina propongono per domani un percorso inedito fra arti figurative e musica attraverso alcuni dei luoghi più suggestivi della città.

 La Spezieria di San Giovanni, la Camera di San Paolo, il Museo Archeologico, la Biblioteca Palatina, la Galleria Nazionale e il Teatro Farnese saranno animati dalle 20 alle 24  da interventi musicali e teatrali e da  approfondimenti  a cura del personale del Ministero per i beni e attività culturali.
 L’itinerario si apre alle  20 con l’appuntamento all’Antica Spezieria di San Giovanni Evangelista, dove il violino paganiniano del maestro Luca Fanfoni  suonerà  musiche del tardo Settecento. Alla Camera di San Paolo alle 20.20  un complesso di giovanissime arpe (allievi dai 11 ai 13 anni del Conservatorio) eseguirà musiche di Hasselmans, Andrès, Salzedo, Beauchant e Godefroid.  Alle 20.40 al Museo Archeologico Elisabetta Pozzi reciterà brani di «Fedra», accompagnata da una chitarra.
 Coinvolta anche la Biblioteca Palatina, nonostante l'inagibilità: davanti al portone d’ingresso, inesorabilmente chiuso, a partire dalle 21.15 si esibirà il Coro delle Voci bianche della Corale Verdi diretto dalla maestra Beniamina Carretta.
 Il percorso prosegue  all’interno della Galleria Nazionale di Parma:  alle 21.45 la Sala Moderna ospiterà una formazione pianistica composta per l’occasione da Raffaele Cortesi e Massimo Guidetti che eseguiranno sinfonie verdiane al pianoforte a quattro mani. Alle 22  nel Salone del Sei e Settecento un gruppo jazz composto da  cinque  allievi del Conservatorio accompagnerà   il percorso fra le opere esposte. Alle 22.15 nei Saloni Ottocenteschi un complesso di fiati di allievi del Conservatorio, il Big Brass Quartet, alternerà musiche di Nicola Piovani ad altre di Greenberg, Charpentier, concludendo con «La marcia trionfale» dell’Aida.
 Alle 22.30, negli ambienti raccolti della Rocchetta, ancora un intervento del violino solista di Luca Fanfoni in dialogo simbolico con gli affreschi di Correggio.
Il gran finale è dedicato al Teatro Farnese dove, dalle 23, tutti i musicisti che si sono esibiti nei diversi luoghi e appuntamenti, si incontreranno per offrire un nuovo momento di ascolto al pubblico. A loro si aggiungerà una giovane soprano, sempre allieva del Conservatorio, accompagnata al pianoforte dalla maestra Claudia Gori, che canterà alcune arie verdiane di grande intensità e vigore.  A chiusura, infine, il maestro Roberto Cappello con la «Rapsodia in blu» di Gershwin saluterà il pubblico.
 Appuntamenti  e visite guidate: Spezieria di San Giovanni  20.30, 21.30, 22.30;  Camera di San Paolo 20, 21, 22; Galleria Nazionale 20.30, 21.15, 22.45;  Teatro Farnese 20, 21. Teatro Farnese, Galleria Nazionale e Camera di San Paolo resteranno aperti   fino alle 24  con ingresso  gratuito dalle 20.  L’Antica Spezieria di San Giovanni apre con ingresso gratuito dalle 20  alle 24. Info:   0521/233309-233617, info@gallerianazionaleparma.it 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA