Sei in Archivio

La Vasca

La curiosità - Università, pirati informatici a fin di bene

02 giugno 2013, 21:36

La curiosità - Università, pirati informatici a fin di bene

 Alessandra Pradelli

Sono circa le sei di sera quando tutti gli studenti iscritti all’Università di Parma ricevono una mail molto meno formale del solito: l’oggetto è «Ricordatevi di pagare la seconda rata», il testo:  «Visto che ormai non lo dicono più (sperando in nostre dimenticanze e in abbondanti more per loro) ricordatevi che il 31 maggio 2013 è l’ultimo giorno per pagare la seconda rata. Ciao».
Si firma un «nador» ed è una definizione tipicamente parmigiana entrata ormai a far parte anche del vocabolario degli studenti fuorisede. 
«Probabilmente – fa sapere un gruppo di studenti di Informatica – qualcuno si è divertito a bypassare la sicurezza sui server di posta dell’Ateneo, oppure qualcuno è riuscito ad avere l’elenco delle caselle email degli studenti e, facendo invio multiplo da un sito fasullo, le mail ricevute sembrano provenire dall’Università».
 Quello che è certo è l’esattezza della scadenza segnalata e l’assenza di virus dannosi per i computer. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA