Sei in Archivio

Fotografia

Un percorso fotografico racconta quarant'anni di Digos a Milano

20 giugno 2013, 21:20

Un percorso fotografico racconta quarant'anni di Digos a Milano

(ANSA) - La foto in bianco e nero dei primi scontri all’Università statale di Milano nel 1968, quella del commissario Calabresi durante il fermo di un manifestante, Mario Capanna, leader del neonato movimento studentesco che protesta alla prima della Scala. Ma anche le immagini dei locali della Banca Nazionale dell’Agricoltura dopo l’esplosione nel dicembre 1969, i feriti a terra dopo la bomba alla questura di Milano durante la visita del ministro dell’Interno Rumor nel 1973, il reparto Celere in Galleria e la prima foto di Mario Moretti dopo l'arresto nel 1981. Queste le immagini della mostra "Quarant'anni di storia della Digos della Questura di Milano" allestita a Roma alla Scuola Superiore di Polizia.
Un percorso fotografico di memoria che racconta uno "spaccato" di Polizia, dal 1968 ad oggi, dal terrorismo, con le stragi e l'arresto dei capi delle organizzazioni armate, alle manifestazioni di piazza, di destra e di sinistra, alle proteste dei lavoratori, ed all’arrivo, infine, delle comunità straniere. La mostra composta di 42 fotografie, selezionate tra le centinaia catalogate negli archivi del Gabinetto Regionale Polizia Scientifica di Milano e del Corriere della Sera, verrà inaugurato domani nella sede della Scuola Superiore in Via Pier della Francesca. "La Scuola – ricorda il Direttore Roberto Sgalla – che forma i Commissari a 360 gradi e coniuga le conoscenze future con quelle passate». La stessa Scuola frequentata nel 1966 anche da Luigi Calabresi per diventare commissario.
La mostra, allestita grazie al contributo del MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma, e dell’Ufficio storico della Polizia di Stato, sarà aperta al pubblico da lunedì 24 giugno a venerdì 28 giugno dalle 9 alle ore 18.