Sei in Archivio

Parma

Bevilacqua, il legale della sorella: "Dall'autopsia nessun deficit di assistenza"

12 settembre 2013, 15:13

Scompenso cardiaco dovuto a una insufficienza multiorgano. Questi i primi risultati dell’autopsia su Alberto Bevilacqua. Dall’esame, secondo quanto afferma il legale della sorella di Bevilacqua, "non sembrerebbero emersi deficit al livello di assistenza e di terapia".

Secondo il penalista, Francesco Caroleo Grimaldi, che per gli accertamenti ha nominato il professore Enrico Marinelli, "purtroppo quando c'è un lungo decorso, si va a generare un deficit del sistema immunitario che produce complicazioni (come piaghe da decubito o infezioni) che alla lunga non possono che condurre a un esito letale". L'autopsia si è svolta presso l’istituto di medicina legale della Sapienza.