Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Il prosciutto fa correre più forte

16 settembre 2013, 01:53

Il prosciutto fa correre più forte

Gian Carlo Zanacca

Enogastronomia, cultura e sport. A Sala Baganza il secondo fine settimana nell’ambito del «Festival del Prosciutto» è stato caratterizzato da diverse iniziative con visite guidate alla Rocca, al caseificio «San Lucio» ed all’azienda vitivinicola Palazzo. 
A questo percorso del gusto si è affiancata la prima edizione del «Summer Trail del Prosciutto di Parma» con al via circa 250 persone. 
La partenza è avvenuta, non a caso, negli spazi del salumificio Ermes Fontana, a Castellaro, presenti i figli del fondatore del noto prosciuttificio: Pier Arnaldo, Beatrice e Leonarda.
 Il Trail è stato organizzato grazie al coinvolgimento di Uisp Parma, Consorzio del Prosciutto di Parma e Comune di Sala Baganza, presenti il sindaco Cristina Merusi e l’assessore allo sport Gabriele Carpena. 
La corsa a piedi si è snodata, per 20 chilometri, tra San Vitale Baganza, Cafragna e Maiatico. Un tracciato per il 97% su strade sterrate e con un dislivello da coprire di circa 900 metri. All’iniziativa hanno partecipato 200 podisti e una ventina di bambini, oltre agli accompagnatori. 
A questa festa dello sport hanno preso parte anche nomi noti del mondo sportivo locale come l’ultra maratoneta Paolo Bucci e Gianguido Poma direttore tecnico del Baseball Parma. 
Qualcuno ha corso anche per rendere il proprio personale omaggio a Ermes Fontana. Come Alfredo Alinovi, collecchiese di  43 anni.  mediatore di prosciutti: «sono qui in quanto l'ho conosciuto personalmente. Di lui ho un ricordo particolarmente caro: per me ha rappresentato l’esempio di imprenditore locale per eccellenza e penso che questa gara sportiva abbia colto nel segno in quanto rappresenta un legame con il territorio, lo stesso legame che Ermes aveva coltivato negli anni attraverso il proprio lavoro». 
Fra i ragazzi presenti Emma Pellegrini,  13 anni:  «faccio triathlon come sport ed ho approfittato di questa occasione per allenarmi, su un percorso a contatto con la natura di particolare bellezza e al contempo stimolante». 
Per Susanna Zazzi, 43 anni impiegata, «la prima edizione del Trail del Prosciutto ha rappresentato  una splendida occasione per trascorrere una giornata all’insegna del benessere: sport e natura si coniugano qui in un binomio unico». 
Ha vinto Roberto Rondoni, dell'Asd Brooks Team Italia con il tempo di 1 ora, 38 minuti e 8 secondi. Al secondo posto  Giuseppe Pellacani dell'Atletica Scandiano, al terzo Fabrizio Vignali, del Casone Noceto. Come  prima donna Maria Pezzarossa, della  Cittadella 1952.
Il Festival del Prosciutto prosegue oggi in piazza Gramsci, dalle 11, con la prosciutteria a cura dell’Avis locale, visite guidate e laboratori del gusto per bambini all’interno della Rocca, visite all’azienda vitivinicola Palazzo e il concerto di chitarra nell’oratorio dell’Assunta alle 17.
- Guarda il servizio del TgParma