Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Anche il fungo essicato avrà il marchio Igp

23 settembre 2013, 23:45

Anche il fungo essicato avrà il marchio Igp

BORGOTARO

Franco Brugnoli
Si è chiusa alla grande, con tantissimi visitatori e con un tempo splendido, la 38ª Fiera del Fungo Igp di Borgotaro. Per la seconda giornata del weekend sono giunti nel «Borgo» anche molti camperisti, che avendo avuto notizia di questo evento fieristico in programma a Borgotaro durante il «Salone del Camper» in corso a Parma,  hanno deciso di risalire la Fondovalle e di trascorrere un weekend proprio nel capoluogo valtarese per gustare i tanti sapori e colori dell’autunno. 
Tra le autorità presenti, ricordiamo, l’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni ed il vicepresidente della Provincia di Parma Pier Luigi Ferrari, i quali, salutati dal sindaco Diego Rossi, hanno percorso tutti gli stand della fiera ed hanno partecipato, al tempo stesso, anche ad un convegno che si è svolto nell’Auditorium «Giulio Mosconi» sulle modifiche al disciplinare di produzione del Fungo di Borgotaro Igp. In pratica, è stata ufficializzata la possibilità di marchiare, oltre al fresco, pure il prodotto essiccato, con l’allargamento quindi dell’area «Igp» e con l’inserimento di nuovi Comuni. Ecco l’elenco completo: Borgotaro, Albareto, Bedonia, Berceto, Compiano, Tornolo, Pontremoli e Zeri. Queste due ultime località sono nel versante toscano. 
Tante sono state anche ieri le iniziative espositive e commerciali. Viale Bottego è stato invaso dal concomitante appuntamento del Mercatino dell’Antiquariato; molti e variegati sono stati i momenti di musica itinerante per il «Borgo». Nella «sala della rosa» di Sala Imbriani, è stato possibile visitare la mostra (molto apprezzata) del coltello artigianale. Di fronte al Municipio, in piazza Manara, vi è stata l’estrazione della lotteria benefica di «Insieme per vivere», mentre il «Corpo Bandistico Borgotarese», diretto da Francesco Zarba, con la sfilata finale, ha chiuso ufficialmente la manifestazione. 
Grande soddisfazione quindi per i membri del Comitato organizzatore, guidato da Fabio Campisi e per tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione, articolatasi in due weekend e che ha visto come «guest-star», il fungo di Borgotaro, che ormai davvero è iniziato a nascere nei boschi e che speriamo continui a nascere ancora per tutto l’autunno.