Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Si è spento il canto di Stefano il "crooner" che viveva a Londra

05 ottobre 2013, 00:58

Si è spento il canto di Stefano il

Franco Brugnoli

La comunità borgotarese si stringerà domani attorno ad una delle famiglie più conosciute del paese, per la scomparsa di Stefano Cacchioli, 49 anni, morto, nei giorni scorsi, a Londra, a causa di una malattia che l’aveva colpito qualche tempo fa. La salma di Stefano sarà tumulata nel cimitero di Borgotaro, dove è sepolto il padre.
Lui era molto attaccato a Borgotaro ed appena poteva, veniva a trovare gli amici e i parenti. La famiglia Cacchioli è una delle famiglie più importanti fra i nostri emigrati nel Regno Unito. Il padre dello scomparso, Joe Cacchioli, una delle figure di spicco dell’«Associazione Parmigiani-Valtaro», era stato un autentico «perno» per i nostri valtaresi di Londra. In particolare, nel dopoguerra, dagli anni Cinquanta in poi, aveva aiutato tutti i nostri emigrati, non solo borgotaresi, ma di tutta la zona, che arrivavano a Londra, dando loro preziosi consigli, aiutandoli anche economicamente; gli era vicino quando iniziavano una loro attività e così via. Era riuscito, al tempo stesso, a realizzare una serie di locali e di esercizi (ristoranti, catering ed una catena di raffinati bar, ove si poteva assaporare un vero, ottimo, espresso italiano), a Londra davvero importanti.
Stefano però aveva un’altra grande passione: quella delle auto, soprattutto quelle classiche e d’epoca. Lavorava infatti, con incarichi di responsabilità, al «Leistung Auto», un importante salone di Londra. Ma aveva anche un’altra passione, che aveva realizzato come hobby: il canto.
Era un cantante eccezionale. Possedeva intonazione, swing, doti interpretative ed un vero talento musicale. Il suo stile, molto confidenziale, si ispirava ai grandi «crooner» come Frank Sinatra.
Chi lo ascoltava per la prima volta, rimaneva letteralmente impressionato. Non si era comunque mai impegnato professionalmente.
Lo scomparso lascia nel dolore, la madre Albina, la moglie Patrizia Zucconi, le figlie Cristina e Daniela e tre fratelli: Carlo, Diana e Andrea.
Caratterialmente Stefano era di una bontà infinita. Una bontà ed una generosità che trasparivano anche dai suoi occhi. Possedeva un alto concetto dell’amicizia, per lui gli amici erano sacri. Con loro amava chiacchierare, bere un buon bicchiere in compagnia, fare battute e scherzare.
Una persona davvero speciale, che ha affrontato la sua malattia con grande dignità e coraggio.
La cerimonia funebre si terrà nella chiesa di Sant’Antonino Martire, e sarà presieduta dal parroco, Monsignor Angelo Busi. Il corteo partirà dall’abitazione dell’estinto, in via Repubblica,  21 a Borgotaro, domani alle 14.30. Una precedente celebrazione eucaristica in suo suffragio, era stata effettuata, giorni fa, nella chiesa italiana di San Pietro in Clerkenwell Road, a Londra.
Questa sera alle 20,30, nella Chiesa di Sant’Antonino Martire in Borgotaro, verrà recitato, in suffragio dell’estinto, il santo rosario. Il ricordo di Stefano resterà sicuramente indelebile in tutta la popolazione borgotarese e dell’intera vallata.