Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Il lambrusco e i suoi amici: a Fornovo «Vini di vignaioli»

01 novembre 2013, 20:39

Il lambrusco e i suoi amici: a Fornovo «Vini di vignaioli»

Donatella Canali

Conto alla rovescia per la dodicesima edizione di Vini di Vignaioli, la popolare iniziativa che costituisce una importante tradizione per tutto il territorio fornovese. La cultura del vino da domani a lunedì al Foro 2000. Circa centoventi vignaioli saranno a disposizione del pubblico, per proporre i loro vini, raccontare il lavoro che sta dietro la produzione, le idee, il modo di intendere la cura della terra e la vinificazione: scelte e interpretazioni che coincidono spesso con uno stile di vita.

Ed è questa la peculiarità di Vini di Vignaioli: offrire al pubblico che visiterà il salone storie di persone, luoghi, terre, diverse ed uniche, tradotte in vini capaci di raccontare il territorio naturale e culturale che li ha espressi. Nei locali del salone allestito nel Foro Boario saranno rappresentate tutte le regioni italiane, numerose zone di produzione francesi,  e anche vini provenienti dalla  Grecia e dalla Slovenia.

Insieme ai vini, è stato allestito anche un settore dedicato ai prodotti alimentari biologici, e un altri basati su una ricca carrellata di eccellenze della nostra e di altre regioni: formaggi, salumi di maiale nero, cioccolato e olio, conserve, miele e molto altro. Tra gli espositori anche numerose case editrici specializzate. L’aspetto culturale della manifestazione sarà come sempre approfondito nella tavola rotonda che si terrà lunedì dalle 8,30 alle 12: un appuntamento immancabile di confronto per i vignaioli che quest’anno dibatteranno sul tema «La difficoltà di essere avanguardia. Il vino naturale alla prova di maturità: sintesi e prospettive». L’edizione 2013 avrà anche un’importante anticipazione. Sabato pomeriggio, dalle 15 alle 20, i vignaioli che già collaborano o che intendono avviare una collaborazione con i Gruppi di acquisto solidale, potranno incontrare i referenti attivi in Emilia Romagna ed in altre regioni, appositamente invitati.

Anche i produttori alimentari potranno aderire alla giornata dedicata alla valorizzazione e promozione di un rapporto diretto tra chi produce e chi consuma: lo spirito che da sempre anima il salone fornovese. Da alcuni anni Vini di Vignaioli è anche una manifestazione «diffusa», con un serie di iniziative collaterali che vengono organizzate da enoteche o associazioni della provincia e della città.

In questi giorni diversi vignaioli ospiti del salone hanno partecipato ad incontri con il pubblico nelle enoteche di Parma già coinvolte nella scoperta del «vino naturale». Stasera alle 21 si terrà un incontro tra vino e musica a Bardi nell’ Auditorium San Francesco. A «Canto del vino» Stefano Bellotti, vignaiolo, considerato uno dei pionieri dell’agricoltura biodinamica in Italia parlerà di «Storie di vite, stagioni e passioni», con l’accompagnamento del Duo Cameristico Giulia Miscioscia alla voce, e Sandra Stojanovic al pianoforte. Invece domani dalle 9 alle 18, sempre nell’auditorium di Bardi, è in programma il convegno dell’associazione «Renaissance des appellations» imperniato sul tema «Verso la biodinamica».