Sei in Archivio

Roma ancora a secco: Juve prima

26 novembre 2013, 00:00

Roma ancora a secco: Juve prima
Terzo pareggio consecutivo della Roma, che davanti ad un Olimpico perplesso non va oltre un deludente 0-0 contro il Cagliari nel posticipo di serie A. Il primo posto è definitivamente sfumato a favore della Juventus. I giallorossi sprecano molto e si trovano davanti un grande Avramov, espulso Garcia per proteste nella ripresa.
 
Attacco tambureggiante della squadra padrona di casa nei primi minuti di gioco, i sardi sono attaccati sia da sinistra, con il ritrovato Gervinho, che da destra con le discese di Maicon. L'ivoriano impegna subito Avramov al 4': è la prima delle tante parate della serata del portiere dei rossoblu.
 
L'estremo difensore serbo si ripete subito dopo su Maicon. Gli ospiti si difendono con ordine, senza perdere la lucidità nonostante la forte pressione giallorossa, e si fanno vedere in contropiede al 33' con Ibarbo, che impegna di testa un reattivo De Sanctis.
 
Prima dell'intervallo ancora protagonista Avramov: salvato al 38' dal palo colpito da Gervinho, è strepitoso al 40' sul destro ravvicinato di Strootman.
 
Roma sempre in controllo del gioco, Cagliari sempre di rimessa nella ripresa. Al 48' Benatia si divora il vantaggio svirgolando fuori una corta respinta di Avramov su tiro di Florenzi. Ancora il portiere serbo dice no ad una bomba di Maicon.
 
Il Cagliari subisce occasioni gol su occasioni gol ma non perde compattezza e al 55' urla al vantaggio con Sau, annullato per fuorigioco (giusto). I padroni di casa sono quasi indispettiti dalla testarda resistenza degli ospiti e la partita si innervosisce: Garcia fa appena in tempo a mettere Borriello, poi viene espulso al 72' per proteste, è la sua prima volta in Italia. L'allenatore francese si accomoda nella tribuna dietro alla panchina e fa pervenire i suoi ordini tramite una "staffetta" giallorossa.
 
Finale all'insegna della tensione in casa Roma, mentre sfuma definitivamente il primo posto in classifica: un piccolo accenno di rissa in campo, poi Maicon mostra di non gradire il cambio con Bradley. Nel forcing finale Avramov ancora decisivo in tuffo sulla testata di Castan, l'ultimo sussulto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA