Sei in Archivio

ANIMALI

Scade licenza allevamento a Courmayeur, 9 renne cercano casa

A poche settimane dal Natale incombe rischio demolizione stalla

25 novembre 2013, 11:58

Scade licenza allevamento a Courmayeur, 9 renne cercano casa

 

A poche settimane dal Natale nove renne cercano casa perchè la loro stalla di Courmayeur deve essere demolita. La perfetta storia natalizia al contrario nasce da un intoppo burocratico. Entro il 10 gennaio scade la concessione edilizia e un allevamento di Dolonne, dove nel 2010
- primo caso sulle Alpi – sono nati due cuccioli, deve essere demolito. Il titolare Gabriele Sanlorenzo, a cui il Comune ha notificato un’ordinanza di demolizione, non è riuscito fino ad ora a trovare un’alternativa.
«La concessione edilizia temporanea era scaduta e io, me ne assumo la colpa, non me ne sono accorto ma credo che una proroga almeno fino a giugno possa essermi data», spiega l’allevatore, secondo quanto riportato oggi nell’edizione locale del quotidiano La Stampa. La sua richiesta difficilmente potrà essere accolta dall’amministrazione comunale: «Se qualcuno sbaglia e non rispetta le regole deve pagarne le conseguenze», taglia corto il sindaco della località del Monte Bianco Fabrizia Derriard. Le renne di Courmayeur sono state protagoniste di programmi televisivi, di film e di spot pubblicitari, oltre che di molte sfilate natalizie con l’immancabile Babbo Natale, da cui ora gli animali si attendono un regalo speciale.
A poche settimane dal Natale nove renne cercano casa perchè la loro stalla di Courmayeur deve essere demolita. La perfetta storia natalizia al contrario nasce da un intoppo burocratico. Entro il 10 gennaio scade la concessione edilizia e un allevamento di Dolonne, dove nel 2010- primo caso sulle Alpi – sono nati due cuccioli, deve essere demolito. Il titolare Gabriele Sanlorenzo, a cui il Comune ha notificato un’ordinanza di demolizione, non è riuscito fino ad ora a trovare un’alternativa.
«La concessione edilizia temporanea era scaduta e io, me ne assumo la colpa, non me ne sono accorto ma credo che una proroga almeno fino a giugno possa essermi data», spiega l’allevatore, secondo quanto riportato oggi nell’edizione locale del quotidiano La Stampa. La sua richiesta difficilmente potrà essere accolta  dall’amministrazione comunale: «Se qualcuno sbaglia e non rispetta le regole deve pagarne le conseguenze», taglia corto il sindaco della località del Monte Bianco Fabrizia Derriard. Le renne di Courmayeur sono state protagoniste di programmi televisivi, di film e di spot pubblicitari, oltre che di molte sfilate natalizie con l’immancabile Babbo Natale, da cui ora gli animali si attendono un regalo speciale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA