Sei in Archivio

"Testamento? Mi sento ancora giovane"

26 novembre 2013, 22:40

"Non vorrei deludere nessuno, ma il mio non era un testamento sportivo".
 
L'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani ai microfoni di Sky precisa le dichiarazioni rilasciate poche ore prima ("i dirigenti passano, i club restano").  "Sono venuto per parlare di calcio, di questi eventi non voglio parlare. Il mio non era un testamento sportivo, ma semplicemente ho detto quelle cose perché mi piaceva molto tornare in questo palazzo bellissimo dove c'erano dei ragazzi che cantavano l'inno del Milan".
 
"Mi sento ancora ancora giovane, in piena attività e in forma - assicura -. È presto per fare l'ambasciatore del Milan. Vedremo: se mi sarà offerta la possibilità valuteremo, ma certo non nel 2013''.

© RIPRODUZIONE RISERVATA