Sei in Archivio

parma

Durante la messa svanisce la borsetta

26 novembre 2013, 12:18

Durante la messa svanisce la borsetta

 

Luca Pelagatti
Il settimo comandamento parla chiaro: non rubare. Ma quella donna che domenica pomeriggio è stata notata uscire a passi svelti dalla chiesa della Steccata, in via Garibaldi, evidentemente il catechismo deve ripassarlo. Visto che non solo ha rubato. Ma per di più lo ha fatto proprio in chiesa.
Non è la prima volta che accade, ma ogni volta fa uno strano effetto. Questa volta, come detto, teatro dell'ennesima razzia di un  ladruncolo è stata la chiesa della  Steccata durante la messa del tardo pomeriggio della domenica. 
A quell'ora la basilica  cinquecentesca  non era particolarmente affollata ma qualcuno ha notato una donna guardare con insistenza una anziana fedele. Anche se in un primo momento quello sguardo non ha preoccupato nessuno. E nessuno, soprattutto, si è accorto di nulla fino a quando, a tre quarti della celebrazione, la donna con atteggiamento sospetto si è alzata di scatto. E ha infilato la porta. 
Pochi attimi dopo un gemito si è sovrapposto alle parole del celebrante: «La borsa, la mia borsa». A lanciare quel grido sordo una donna di una settantina d'anni che aveva appoggiato la propria borsa sul banco, al proprio  fianco, ed era concentrata sul rito. Tanto da non accorgersi che durante uno dei momenti di preghiera la vicina si era protesa. E se l'era data a gambe con la borsa.
A quel punto c'era ben poco da fare. La ladruncola ormai doveva essere lontana e così, con tanta amarezza dentro, la vittima ha seguito la celebrazione fino a che sono arrivati sul posto gli agenti delle volanti che hanno raccolto la sua testimonianza. 
Poche le indicazioni su cui lavorare per identificare l'autrice di questo gesto inqualificabile che ha fruttato, oltre al solito contenuto di ogni borsetta, la somma di circa duecento euro. Ora sono in corso indagini da parte delle forze dell'ordine  ma si sa che sarà difficile risalire alla responsabile. Inutile spiegare l'amarezza della vittima e non solo per un gesto che, è ovvio, rappresenta un reato.  Ma forse, soprattutto, una vera  e propria profanazione. 
Luca Pelagatti

Il settimo comandamento parla chiaro: non rubare. 
Ma quella donna che domenica pomeriggio è stata notata uscire a passi svelti dalla chiesa della Steccata, in via Garibaldi, evidentemente il catechismo deve ripassarlo. Visto che non solo ha rubato. Ma per di più lo ha fatto proprio in chiesa.Non è la prima volta che accade, ma ogni volta fa uno strano effetto. 
Questa volta, come detto, teatro dell'ennesima razzia di un  ladruncolo è stata la chiesa della  Steccata durante la messa del tardo pomeriggio della domenica................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola