Sei in Archivio

Sky rivoluziona la MotoGP

27 novembre 2013, 14:40

Sky rivoluziona la MotoGP
Dopo aver rivoluzionato il modo di vivere la F1 in tv, Sky si appresta a innovare in modo totale il racconto del Motomondiale, che dal 2014 sarà la grande novità della sua offerta, contribuendo a fare della pay tv italiana la grande casa della velocità e dei motori.
 
Una nuova traiettoria, due grandi rivoluzioni: 5 canali interattivi e lo Sky Racing Team di Moto3, la prima squadra che coltiverà l'entusiasmo dei giovani piloti italiani, lanciandoli sui circuiti più importanti del Mondo.
È partito il conto alla rovescia verso un'altra stagione incredibile, dominata dai campioni di ieri, di oggi e da quelli pronti a scrivere il futuro della MotoGP.
 
A partire da marzo 2014, tutto il Motomondiale (MotoGP™, Moto2™, Moto3™) sarà in diretta integrale solo su Sky (dalle prove libere alla gara, passando per le qualifiche) tutto in Alta Definizione, con 11 esclusive live dei Gran Premi più appassionanti, anche in mobilità su Sky Go. E, finalmente, potremo veder sbocciare il talento dei piloti italiani più giovani sui circuiti più importanti del Mondo, con Romano Fenati e Francesco Bagnaia pronti a combattere per un posto nella storia, partendo dalla Moto3 con lo Sky Racing Team.
 
Ci aspetta un Mondiale di adrenalina pura, perché chi vorrà battere Marc Marquez dovrà fare gli straordinari. Di grinta e di velocità. Primo fra tutti, Valentino, che non ha mai smesso di sognare la “decima”. L'ispirazione non gli mancherà: The doctor potrà trovarla lasciandosi contagiare dall'entusiasmo dei giovani piloti dello Sky Racing Team, che dal prossimo anno debutterà in Moto3.  
 
Per la MotoGP, sarà la stagione dei fuoriclasse, e Sky è pronta a raccontarla con un team esclusivo. Si partirà da Loris Capirossi: grazie a un accordo con Dorna, il racconto sarà arricchito dal commento tecnico dell'ex pilota, che verrà concesso in esclusiva a Sky.
 
"Sono onorato di far parte di questo progetto, che è importante e che segna una svolta rispetto al passato; infatti mi dispiace di non essere più in pista - ha dichiarato l'ex centauro -. Sky porterà qualcosa che non si è mai visto prima, da parte mia fornirò valutazioni tecniche costruite in anni di esperienza. Spero di essere all'altezza e di fare un buon lavoro: non vedo l'ora di cominciare".
 
Vincitore del Campionato del Mondo della classe 125 nel 1990 e nel 1991, e della classe 250 nel 1998.
 
I Numeri di Capirossi:
 
3 Mondiali vinti
328 Gran Premi disputati
29 GP vinti
99 podi
3.190 punti conquistati
41 Pole position
 
Le principali innovazioni introdotte da Sky Sport per il racconto del Motomondiale sono 4:
 
1. L'entusiasmo manifestato nella fruizione del mosaico interattivo in Alta Definizione, prima con le Olimpiadi di Londra e poi con la stagione 2013 di Formula 1, ha contagiato anche il mondo delle moto: per la prima volta nella storia della MotoGP, sarà possibile personalizzare la propria esperienza di visione grazie a 5 canali interattivi, visibili tutti anche in contemporanea sul teleschermo. Un'esperienza che si ripeterà per ogni tappa della classe regina, in occasione delle qualifiche e della gara;     
 
2. Grazie a un accordo con Dorna, a partire dalla stagione 2014 sarà Sky a trasmettere in diretta le 19 gare delle tre classi del Campionato del Mondo MotoGP™. Un canale motori dedicato garantirà una copertura live totale, in esclusiva e in Alta Definizione del Mondiale, per tutte le tecnologie e le modalità di offerta, tra cui tv in chiaro, pay tv, internet, mobile e Sky Go. Come per la F1, per ogni weekend di gara Sky assicurerà ben 30 ore live;
 
3. Sky, insieme alla VR46 di Valentino Rossi, inventano la fabbrica dei piloti: a Tavullia, il paese sulle colline marchigiane che ha visto crescere Vale, nasce lo Sky Racing Team, la nuova squadra di Sky che, a partire dal 2014, correrà sui maggiori circuiti internazionali di Moto3.  
 
4. Al via l'era della “Social MotoGP”: una pagina Facebook ufficiale e live tweet in ogni momento della giornata, consentiranno agli appassionati di “entrare” direttamente nelle telecronache.
 
 
TORNA IL  MOSAICO INTERATTIVO IN HD: LO SCHERMO SI FA IN 5 PER VIVERE LA MotoGP DA PROTAGONISTI
 
La straordinaria esperienza della Formula 1 in tv attraverso il mosaico interattivo in HD, ha cambiato radicalmente il modo di vivere i motori davanti allo schermo.
 
In Italia, si è trattato del primo esperimento di successo nel motorsport, che ha reso la Formula 1 davvero “interattiva”: chi guarda la gara da casa può dire la sua attraverso i live tweet, pubblicati sulla schermata del mosaico, o decidere come e cosa vedere del Gran Premio attraverso i vari canali.       
 
Per questo, Sky torna a offrire la possibilità di personalizzare al massimo la visione e lo fa con il Motomondiale alle porte. Con l'esclusiva schermata sarà chi sta a casa a scegliere come e cosa guardare di ogni singolo Gran Premio. 
 
Ecco come sarà il mosaico interattivo della MotoGP: 
 
Il mosaico interattivo in Alta Definizione con 5 canali
(NB: il layout sopraindicato potrebbe essere soggetto a modifica)
 
Premendo il tasto verde del telecomando, si potrà accedere all'esclusiva schermata con i 5 canali interattivi:
 
- Il canale principale con la diretta;
 
- La funzione On Board permetterà di vivere ogni giro da protagonista con due diversi punti di vista. E con il doppio audio dolby 5.1 sarà come essere in sella: si potrà scegliere tra il canale audio principale con surround e commento in Italiano e un secondo canale audio con cui sarà possibile sperimentare i suoni originali della gara senza commento, dando così al telespettatore l'impressione di essere al centro del circuito;
 
- Con la Fly View, si potrà seguire ogni istante di ogni gara da un punto di vista panoramico inedito ed esclusivo;
 
- Il Race Control consentirà di gustare ogni istante della gara da tre diverse inquadrature e di controllare i tempi dei giri;
 
- E poi, la grande novità: con il Testa a Testa, si potranno confrontare le prestazioni di tre piloti a scelta del telespettatore contemporaneamente e in tempo reale. 
 
 
F1 E MotoGP, LE ESCLUSIVE RADDOPPIANO: SOLO SU SKY TUTTI I GP SONO LIVE, CON 30 ORE DI DIRETTA PER OGNI WEEKEND DI GARA
 
Marzo sarà un mese speciale: solo su Sky torneranno tutti i Gran Premi di Formula 1 in diretta, con le esclusive delle gare più eccitanti della stagione.
Sarà così anche per il Motomondiale: grazie a un accordo con Dorna Sports, società organizzatrice del campionato, a partire dal 2014 sarà Sky a trasmettere in diretta le 19 gare delle tre classi (incluse qualifiche e prove libere). 
Un canale motori dedicato garantirà una copertura totale del Mondiale, con la possibilità di vivere le emozioni della gara anche in mobilità grazie a Sky Go.
Ogni weekend di GP, Sky assicurerà ben 30 ore live per non perdere mai nulla del campionato, dalle conferenze stampa, passando per le prove libere e le qualifiche, fino alla gara. In più, le dirette delle altre competizioni collegate al Motomondiale, la Moto2™ e la Moto3™.
E, durante i Gran Premi, non ci saranno interruzioni pubblicitarie.   
  
 
I 19 Gran Premi del Motomondiale su Sky
 
Se verranno confermati i 19 Gran Premi in calendario, ben 11 di questi andranno in onda in esclusiva live su Sky, mentre gli altri 8 verranno trasmessi in diretta anche su una rete free to air, che trasmetterà in differita i restanti.
 
Alcuni dirigenti di Sky hanno rilasciato delle dichiarazioni all'interno dell'azienda VR46, a Tavullia, di proprietà di Valentino Rossi.
 
Matteo Mammì, responsabile dell'acquisizione diritti tv di Sky Italia, non nasconde la sua felicità: "Questa partnership pluriennale con la Dorna è un progetto che parte da lontano; il corteggiamento è stato lungo. Quello dei motori è il secondo pilastro Sky dopo il calcio".
 
Piena soddisfazione anche per Jacques Raynaud, vicepresidente Sport Channels e Pubblicità
di Sky: "Crediamo che il prodotto diventerà talmente superiore al passato che siamo convinti ci sarà presto un passaparola. Siamo molto fiduciosi perché siamo riusciti ad offrire un ottimo servizio sia per le Olimpiadi che per la Formula 1, andata ben oltre alle aspettative iniziali. Non abbiamo 'comprato' Valentino Rossi, ma abbiamo stipulato un contratto pluriennale per una disciplina molto telegenica, che grazie alla nostra tecnologia sarà ancora più bella".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA