Sei in Archivio

PROVINCIA-EMILIA

Sorbolo, torna il Piedibus. Entusiasmo tra gli alunni

Un modo sano, divertente e ecologico per andare a scuola

27 novembre 2013, 17:58

Sorbolo, torna il Piedibus. Entusiasmo tra gli alunni

 

SORBOLO
Cristian Calestani
Tutti a scuola a piedi. E’ ripartito a Sorbolo il Piedibus: un modo sano, divertente e ecologico per andare a scuola. Per il quinto anno consecutivo l’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Sorbolo, promuove il progetto che trasforma il tragitto casa-scuola in un’occasione per fare movimento, socializzare, osservare il paese che si sveglia, divertirsi e ridurre l’inquinamento e il traffico grazie anche alla collaborazione di tanti volontari. Il Piedibus è un autobus umano formato da un gruppo di bambini «passeggeri» e da adulti «autisti» e «controllori» che, tutte le mattine, permette di arrivare a scuola attraversando il paese in sicurezza. Quest’anno il debutto dell’iniziativa si è avuto con il «Piedibus day», il giorno in cui quasi tutti hanno raggiunto la scuola a piedi. Le strade attorno alla scuola primaria sono state chiuse al traffico per fare sperimentare a tutti - genitori, nonni e bambini - il bello di arrivare a scuola a piedi. «Come spesso accade - afferma l’assessore alla Scuola, Rita Buzzi - le cose più virtuose richiedono anche qualche piccolo sacrificio o, più semplicemente, lo sforzo di provare a cambiare le nostre abitudini, proprio a vantaggio di stili di vita più salutari e più rispettosi dell’ambiente. E’ anche vero che i tempi della vita quotidiana sono sempre più stretti e che talune scelte sono dettate dalla necessità di far convivere esigenze diverse nel poco tempo disponibile per chi ha lavoro e famiglia. In ogni caso avremo modo di confrontarci sul tema con i genitori anche in un’assemblea pubblica che insieme alla scuola stiamo organizzando per gennaio: sarà l’occasione per raccogliere suggerimenti e far sì che le nostre scelte siano frutto della massima condivisione, oltre che con la famiglia, anche con la scuola». Sul tema è intervenuto anche il sindaco Angela Zanichelli: «Il Piedibus è inserito in un ampio progetto sostenuto dalla Regione, condiviso con l’Ausl di Parma, volto a promuovere sul nostro territorio stili di vita più salutari, con iniziative di mobilità sostenibile, da affiancare alle tante altre che, come amministrazione, abbiamo messo in campo in questi anni, l’ultima delle quali sarà il 7 dicembre, alle 10.30, quando inaugureremo la pista ciclabile Sorbolo-Corte Godi: un altro, stimolante invito, a muoverci di più a piedi o in bici».
SORBOLO

 

Cristian Calestani

Tutti a scuola a piedi. E’ ripartito a Sorbolo il Piedibus: un modo sano, divertente e ecologico per andare a scuola. Per il quinto anno consecutivo l’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Sorbolo, promuove il progetto che trasforma il tragitto casa-scuola in un’occasione per fare movimento, socializzare, osservare il paese che si sveglia, divertirsi e ridurre l’inquinamento e il traffico grazie anche alla collaborazione di tanti volontari. Il Piedibus è un autobus umano formato da un gruppo di bambini «passeggeri» e da adulti «autisti» e «controllori» che, tutte le mattine, permette di arrivare a scuola attraversando il paese in sicurezza. Quest’anno il debutto dell’iniziativa si è avuto con il «Piedibus day», il giorno in cui quasi tutti hanno raggiunto la scuola a piedi. Le strade attorno alla scuola primaria sono state chiuse al traffico per fare sperimentare a tutti - genitori, nonni e bambini - il bello di arrivare a scuola a piedi. «Come spesso accade - afferma l’assessore alla Scuola, Rita Buzzi - le cose più virtuose richiedono anche qualche piccolo sacrificio o, più semplicemente, lo sforzo di provare a cambiare le nostre abitudini, proprio a vantaggio di stili di vita più salutari e più rispettosi dell’ambiente. E’ anche vero che i tempi della vita quotidiana sono sempre più stretti e che talune scelte sono dettate dalla necessità di far convivere esigenze diverse nel poco tempo disponibile per chi ha lavoro e famiglia. In ogni caso avremo modo di confrontarci sul tema con i genitori anche in un’assemblea pubblica che insieme alla scuola stiamo organizzando per gennaio: sarà l’occasione per raccogliere suggerimenti e far sì che le nostre scelte siano frutto della massima condivisione, oltre che con la famiglia, anche con la scuola». Sul tema è intervenuto anche il sindaco Angela Zanichelli: «Il Piedibus è inserito in un ampio progetto sostenuto dalla Regione, condiviso con l’Ausl di Parma, volto a promuovere sul nostro territorio stili di vita più salutari, con iniziative di mobilità sostenibile, da affiancare alle tante altre che, come amministrazione, abbiamo messo in campo in questi anni, l’ultima delle quali sarà il 7 dicembre, alle 10.30, quando inaugureremo la pista ciclabile Sorbolo-Corte Godi: un altro, stimolante invito, a muoverci di più a piedi o in bici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA