Sei in Archivio

MicroMega

5 inchieste su sindaci da grandi speranze: c'è anche Pizzarotti

Una inchiesta parallela, che riguarda anche il governo di Parma

28 novembre 2013, 11:24

 

"Sono stati portati al vertice dell’amministrazione cittadina da grandi movimenti popolari indignati contro casta e partiti, hanno suscitato enormi speranze di cambiamento. Ma quasi tutti hanno tradito le aspettative, il vento arancione sembra essersi stinto". A scriverlo è MicroMega, che nel prossimo numero, in uscita domani, 28 novembre, in un’intera sezione – dal titolo "Rivoluzione tradite?" – traccia un primo bilancio di questi sindaci: sotto esame, tra poche luci e molte ombre, finiscono così Giuliano Pisapia, Luigi de Magistris, Federico Pizzarotti, Matteo Renzi e Marco Doria.
Il giornalista Gianni Barbacetto si interroga sul sindaco di Milano: dalla sua gestione dell’Expo ai nuovi grattacieli che sorgeranno, dall’aumento di tasse e biglietti al mancato coinvolgimento dei comitati di base.
Pierfranco Pellizzetti mette sotto il torchio il primo cittadino di Genova, "un sindaco debole" nel contrastare il partito del mattone e la devastazione del territorio nella città. Molte ombre, per MicroMega, anche sull'amministrazione a Napoli di de Magistris analizzata da Giuseppe Manzo e Ciro Pellegrino con un reportage dal titolo "Scassanapoli".
Il candidato alla segreteria del Pd viene invece rottamato da Raffaele Palumbo il quale osserva che spesso agli slogan di Renzi non siano seguiti i fatti. Almeno nella sua Firenze.
Oltre al centrosinistra, critiche piovono anche sulla prima esperienza di governo del M5S: la città di Parma. Federica Lombardi riporta le forti polemiche sollevate dai provvedimenti di Pizzarotti: dall’inceneritore alle norme anti-bivacco passando per il nuovo consumo di suolo, la finta partecipazione e i rincari dei servizi.
"Sono stati portati al vertice dell’amministrazione cittadina da grandi movimenti popolari indignati contro casta e partiti, hanno suscitato enormi speranze di cambiamento. Ma quasi tutti hanno tradito le aspettative, il vento arancione sembra essersi stinto". A scriverlo è MicroMega, che nel prossimo numero, in uscita oggi,  in un’intera sezione – dal titolo "Rivoluzione tradite?" – traccia un primo bilancio di questi sindaci: sotto esame, tra poche luci e molte ombre, finiscono così Giuliano Pisapia, Luigi de Magistris, Federico Pizzarotti, Matteo Renzi e Marco Doria.
Il giornalista Gianni Barbacetto si interroga sul sindaco di Milano: dalla sua gestione dell’Expo ai nuovi grattacieli che sorgeranno, dall’aumento di tasse e biglietti al mancato coinvolgimento dei comitati di base.
Pierfranco Pellizzetti mette sotto il torchio il primo cittadino di Genova, "un sindaco debole" nel contrastare il partito del mattone e la devastazione del territorio nella città. Molte ombre, per MicroMega, anche sull'amministrazione a Napoli di de Magistris analizzata da Giuseppe Manzo e Ciro Pellegrino con un reportage dal titolo "Scassanapoli".
Il candidato alla segreteria del Pd viene invece rottamato da Raffaele Palumbo il quale osserva che spesso agli slogan di Renzi non siano seguiti i fatti. Almeno nella sua Firenze.
Oltre al centrosinistra, critiche piovono anche sulla prima esperienza di governo del M5S: la città di Parma. Francesca Lombardi riporta le forti polemiche sollevate dai provvedimenti di Pizzarotti: dall’inceneritore alle norme anti-bivacco passando per il nuovo consumo di suolo e i rincari dei servizi.