Sei in Archivio

Evento

Gli studenti del Maria Luigia all'udienza di Papa Francesco

I ragazzi: «Un'esperienza indimenticabile e una grande emozione»

28 novembre 2013, 20:40

Gli studenti del Maria Luigia all'udienza di Papa Francesco

 

Luca Molinari
«Emozionante», «indimenticabile», «toccante». Sono entusiastici i commenti a caldo dei giovani parmigiani che ieri mattina hanno partecipato all’udienza di Papa Francesco a Roma, in piazza San Pietro.
Una comitiva di 44 studenti del Maria Luigia – guidata dalla dirigente scolastica Mariapia Bariggi – e altre delegazioni di scuole parmensi, sono scese nella capitale per aderire all’iniziativa promossa dalla fondazione «Sorella Natura». La proposta, rivolta a tutte le scuole italiane, prevedeva la partecipazione all’udienza papale, incentrata sul rispetto e sul valore della natura. Per l’occasione gli studenti del Maria Luigia – erano presenti gli alunni della scuola primaria, secondaria di primo grado e dei licei con le migliori medie - hanno preparato alcuni cartelloni ed una poesia intitolata «Corpi». I giovani parmigiani, nonostante il freddo pungente e l’attesa, sono riusciti a posizionarsi vicino alle transenne per vedere dal vivo Papa Francesco e tentare di rivolgergli un saluto. «E’ stata un’esperienza molto toccante – afferma Margherita, studentessa della 2° liceo scientifico – La papamobile è passata più volte davanti a noi e così abbiamo visto da vicino come Papa Francesco si relazionasse con le persone di tutto il mondo, soprattutto con i più piccoli». Parole ribadite dalla giovanissima Olivia, frequentante la quinta elementare. «Quando Papa Francesco passava con la papamobile – spiega – cercavamo tutti di vederlo e salutarlo. E’ stata un’emozione grandissima perché fino a quel momento l’avevamo sempre visto soltanto in televisione». «Mi ha colpito molto – continua – vedere così tante persone riunite in uno stesso posto per lo stesso motivo». E’ soddisfatto anche Andrea, studente di seconda media. «Abbiamo vissuto due giorni indimenticabili qui a Roma – dichiara – Dell’udienza mi ha colpito molto il fatto che Papa Francesco abbia dedicato tantissimo tempo per salutare le persone che erano presenti, mi è sembrato un gesto molto significativo». Positivo infine il bilancio tracciato dal dirigente scolastico del convitto Maria Luigia e delle scuole annesse, Mariapia Bariggi. «Il convitto – rimarca – ha partecipato con un gruppo di studenti che nello scorso anno scolastico hanno conseguito le medie più alte. Si tratta di 44 studenti appartenenti della quinta elementare e delle seconde  classi della media  e dei licei». «Il bilancio dell’esperienza è molto positivo – aggiunge - E’ stata un’udienza emozionante, durante la quale Papa Francesco ha riservato grande spazio al saluto dei tantissimi pellegrini presenti. Significativo anche il suo messaggio». 
Luca Molinari

«Emozionante», «indimenticabile», «toccante». Sono entusiastici i commenti a caldo dei giovani parmigiani che ieri mattina hanno partecipato all’udienza di Papa Francesco a Roma, in piazza San Pietro.
Una comitiva di 44 studenti del Maria Luigia – guidata dalla dirigente scolastica Mariapia Bariggi – e altre delegazioni di scuole parmensi, sono scese nella capitale per aderire all’iniziativa promossa dalla fondazione «Sorella Natura». La proposta, rivolta a tutte le scuole italiane, prevedeva la partecipazione all’udienza papale, incentrata sul rispetto e sul valore della natura. Per l’occasione gli studenti del Maria Luigia – erano presenti gli alunni della scuola primaria, secondaria di primo grado e dei licei con le migliori medie - hanno preparato alcuni cartelloni ed una poesia intitolata «Corpi». I giovani parmigiani, nonostante il freddo pungente e l’attesa, sono riusciti a posizionarsi vicino alle transenne per vedere dal vivo Papa Francesco e tentare di rivolgergli un saluto. «E’ stata un’esperienza molto toccante – afferma Margherita, studentessa della 2° liceo scientifico – La papamobile è passata più volte davanti a noi e così abbiamo visto da vicino come Papa Francesco si relazionasse con le persone di tutto il mondo, soprattutto con i più piccoli». Parole ribadite dalla giovanissima Olivia, frequentante la quinta elementare. «Quando Papa Francesco passava con la papamobile – spiega – cercavamo tutti di vederlo e salutarlo. E’ stata un’emozione grandissima perché fino a quel momento l’avevamo sempre visto soltanto in televisione». «Mi ha colpito molto – continua – vedere così tante persone riunite in uno stesso posto per lo stesso motivo». E’ soddisfatto anche Andrea, studente di seconda media. «Abbiamo vissuto due giorni indimenticabili qui a Roma – dichiara – Dell’udienza mi ha colpito molto il fatto che Papa Francesco abbia dedicato tantissimo tempo per salutare le persone che erano presenti, mi è sembrato un gesto molto significativo». Positivo infine il bilancio tracciato dal dirigente scolastico del convitto Maria Luigia e delle scuole annesse, Mariapia Bariggi. «Il convitto – rimarca – ha partecipato con un gruppo di studenti che nello scorso anno scolastico hanno conseguito le medie più alte. Si tratta di 44 studenti appartenenti della quinta elementare e delle seconde  classi della media  e dei licei». «Il bilancio dell’esperienza è molto positivo – aggiunge - E’ stata un’udienza emozionante, durante la quale Papa Francesco ha riservato grande spazio al saluto dei tantissimi pellegrini presenti. Significativo anche il suo messaggio».