Sei in Archivio

domenica

Infanzia=futuro: le bambine e i bambini hanno diritto a servizi educativi di qualità

Flash mob nazionale in piazza Garibaldi

28 novembre 2013, 19:54

 

“La capacità di sviluppare le intelligenze e le personalità dei propri cittadini è la ricchezza di un paese: iniziare dai più piccoli significa investire sul futuro”
Domenica 1° dicembre nelle piazze italiane si terrà un flash mob per chiedere al Governo e al Parlamento un welfare capace di salvaguardare i diritti dei bambini e i servizi a loro destinati.
Alla Giornata dei servizi per l’infanzia 2013, iniziativa proposta dal Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia, a cui ha aderito l’Amministrazione Comunale,  parteciperanno bambini, genitori, il personale dei servizi per la prima infanzia del Comune di Parma, di ParmaInfanzia, di Parmazerosei e dei servizi privati. L’appuntamento sarà in piazza Garibaldi, sotto i Portici del Grano, dalle ore 10,45 alle 12,30 per un incontro “colorato”, allegro e di gioco per grandi e piccini.
Lo scopo è quello di coinvolgere i cittadini in un momento festoso e nello stesso tempo di
segnalare, promuovere e richiedere una nuova legge per la salvaguardia dei servizi per l’infanzia quali servizi educativi e di qualità per tutti i bambini da zero a sei anni su tutto il 
territorio nazionale.
La nuova legge che si richiede:
Una legge 0/6 anni che sancisca la continuità educativa
La collocazione del nido d’infanzia nel Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
La deroga dal patto di stabilità per il mantenimento e per lo sviluppo dei servizi per la prima infanzia
Un adeguato piano di finanziamento, almeno quinquennale, della legge
Tutte le famiglie, gli educatori, gli insegnanti, gli amministratori e i politici sono invitati a partecipare
COMUNICATO
“La capacità di sviluppare le intelligenze e le personalità dei propri cittadini è la ricchezza di un paese: iniziare dai più piccoli significa investire sul futuro”
Domenica 1° dicembre nelle piazze italiane si terrà un flash mob per chiedere al Governo e al Parlamento un welfare capace di salvaguardare i diritti dei bambini e i servizi a loro destinati.
Alla Giornata dei servizi per l’infanzia 2013, iniziativa proposta dal Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia, a cui ha aderito l’Amministrazione Comunale,  parteciperanno bambini, genitori, il personale dei servizi per la prima infanzia del Comune di Parma, di ParmaInfanzia, di Parmazerosei e dei servizi privati. L’appuntamento sarà in piazza Garibaldi, sotto i Portici del Grano, dalle ore 10,45 alle 12,30 per un incontro “colorato”, allegro e di gioco per grandi e piccini.
Lo scopo è quello di coinvolgere i cittadini in un momento festoso e nello stesso tempo disegnalare, promuovere e richiedere una nuova legge per la salvaguardia dei servizi per l’infanzia quali servizi educativi e di qualità per tutti i bambini da zero a sei anni su tutto il territorio nazionale.
La nuova legge che si richiede:
Una legge 0/6 anni che sancisca la continuità educativa
La collocazione del nido d’infanzia nel Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
La deroga dal patto di stabilità per il mantenimento e per lo sviluppo dei servizi per la prima infanzia
Un adeguato piano di finanziamento, almeno quinquennale, della legge
Tutte le famiglie, gli educatori, gli insegnanti, gli amministratori e i politici sono invitati a partecipare

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA