Sei in Archivio

Via D'Azeglio

Non rispetta le norme sulla movida: locale chiuso per due giorni

Intervento di polizia municipale e forze dell'ordine

29 novembre 2013, 13:35

Non rispetta le norme sulla movida: locale chiuso per due giorni

Comunicato stampa del Comune 

 

Nell’ambito dei controlli effettuati dalla Polizia Municipale unitamente alle altre forze di Polizia, nelle aree di svolgimento della c.d. “Movida”, il Comune di Parma ha disposto la sospensione per due giorni, con decorrenza da oggi venerdì 29 novembre, dell’attività artigianale di produzione e vendita di beni alimentari, nei confronti di un esercizio pubblico operante in Strada D’Azeglio.
Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’accertamento, da parte della Polizia Municipale, della violazione delle disposizioni di cui all’articolo 5 del “Regolamento comunale per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani”. 
Nello specifico la Polizia Municipale ha accertato, nei confronti dell’esercizio artigianale in questione, la reiterata contravvenzione al divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro e di latta ed al divieto di vendita di alcoolici in forma disgiunta dalla vendita dei beni alimentari di produzione propria.
Nell’ambito dei controlli effettuati dalla Polizia Municipale unitamente alle altre forze di Polizia, nelle aree di svolgimento della cosiddetta “Movida”, il Comune di Parma ha disposto la sospensione per due giorni, con decorrenza da oggi venerdì 29 novembre, dell’attività artigianale di produzione e vendita di beni alimentari, nei confronti di un esercizio pubblico operante in Strada D’Azeglio.
Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’accertamento, da parte della Polizia Municipale, della violazione delle disposizioni di cui all’articolo 5 del “Regolamento comunale per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani”. 
Nello specifico la Polizia Municipale ha accertato, nei confronti dell’esercizio artigianale in questione, la reiterata contravvenzione al divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro e di latta ed al divieto di vendita di alcoolici in forma disgiunta dalla vendita dei beni alimentari di produzione propria.

(foto d'archivio)