Sei in Archivio

MANIFESTAZIONE

I «ribelli del casello»: ancora code e rallentamenti

Ci sono giovani, adulti, operai, piccoli imprenditori, madri e figlie

12 dicembre 2013, 11:29

I «ribelli del casello»: ancora code e rallentamenti

 

Chiara Pozzati

Mascherina antismog sulla bocca, impugnano il tricolore e via a snocciolare volantini alla rotonda dell’A1. 

Un’altra giornata di protesta dei «ribelli del casello» («a Parma non ci sono forconi» rimarcano sbuffando) che si conclude con code e rallentamenti a singhiozzo, mai superiori ai 2 chilometri.

Mentre il gruppo di manifestanti si dà da fare e comincia a organizzare sit-in pacifici di fronte al Campus universitario, il popolo degli automobilisti si spacca.
Un camionista, addirittura dà in escandescenze e scattano scintille con un manifestante. Volano male parole, fortunatamente l’intervento della Digos e di altri manifestanti placa gli animi. Diversi automobilisti, però, condividono la protesta................................................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

Il servizio del TgParma