Sei in Archivio

chiesa

Il vescovo: "La carità nasce dal nostro cuore"

Solmi alla messa della Caritas: "Questi giorni sono fatti per perdonare e essere perdonati".

14 dicembre 2013, 19:05

Il vescovo:

 

Luca Molinari
«La carità nasce dal nostro cuore». Il vescovo Enrico Solmi ha rivolto queste parole agli operatori, volontari e ospiti della Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali. Ieri pomeriggio, in occasione della festa di Santa Lucia, nella chiesa di Ognissanti (via Bixio) è stata celebrata la tradizionale messa della Caritas in vista del Natale.
La funzione, concelebrata dal parroco don Luigi Maggiali, si è aperta con i saluti iniziali di Maria Cecilia Scaffardi, direttrice della Caritas diocesana. «Siamo qui per riscoprire il senso più profondo del nostro servizio» ha esordito, rivolgendo un particolare ringraziamento «al nostro vescovo che, con la sua presenza di padre e pastore, ci fa sentire un’unica famiglia». Monsignor Solmi ha quindi invitato i presenti a «sgombrare dal peccato il nostro cuore, per poter donare agli altri ciò che il Signore ci ha dato».
Nell’omelia è stato posto l’accento sull’importanza di «mettersi in sintonia con Dio». «Soltanto ascoltando e mettendo in pratica quello che il Signore ci dice - ha affermato il vescovo Solmi - possiamo fare del bene. Molti problemi e ingiustizie nascono da questa mancanza di sintonia». Soffermandosi sul significato della festa di Santa Lucia, monsignor Solmi ha poi spiegato che la martire «non ha tenuto nulla per sé e ha donato tutto ciò che possedeva ai poveri».
L’ultimo invito è stato quello di «fare pace». «I giorni del Natale - ha concluso il vescovo - sono fatti per perdonare ed essere perdonati».
Al termine della funzione i presenti si sono ritrovati per lo scambio degli auguri nella vicina mensa di via Turchi.