Sei in Archivio

Fiere

«Future Build»: torna a Parma la città dal futuro sostenibile

Protagoniste le tecniche costruttive più innovative. Iniziativa per gli studenti

15 gennaio 2014, 19:18

«Future Build»: torna a Parma la città dal futuro sostenibile

 

Il conto alla rovescia è già iniziato: manca infatti poco meno di un mese all'avvio della seconda edizione della manifestazione Future Build Expò, il salone della sostenibilità che si terrà a Fiere di Parma dal 13 al 16 febbraio.
Nell’edizione 2013 la manifestazione fieristica ha raccolto oltre 20 mila visitatori e 1500 iscritti ai convegni istituzionali. Anche quest’anno, è previsto un programma di incontri molto ricco denominato Future Build Smart Forum, frutto del lavoro di un Comitato Scientifico appositamente costituito di cui fanno parte esperti del mondo universitario e dei principali Enti di certificazione nel campo dell’edilizia sostenibile. Tra i componenti figurano anche Paolo Giandebiaggi e Carlo Quintelli dell’Università degli Studi di Parma. La definizione delle diverse iniziative è il frutto di un intenso confronto attuato con le Istituzioni, e in particolare con il Comune di Parma, il mondo delle imprese e gli Ordini professionali. Il programma è consultabile sul sito web www.futurebuild.it.
I convegni «Riqualificare le Città» è il titolo del convegno di apertura della manifestazione. Realizzato con la collaborazione di Gbc Italia, l’iniziativa vuole individuare scenari, politiche e strumenti per rilanciare il settore delle costruzioni partendo da una necessità/emergenza inconfutabile: la riqualificazione del patrimonio edilizio italiano. Per raggiungere tale obiettivo occorre un impegno per superare gli ostacoli del credito, del fisco, della burocrazia e della crisi economica.
«Emilia Smart City» si inquadra invece nell’ambito dell’ampia e articolata riflessione internazionale sull’evoluzione dei sistemi urbani indirizzati verso livelli di crescente sostenibilità ambientale, valutabile anche mediante la definizione una serie di obiettivi prioritari di rilevanza e interesse comune, da perseguire con strategie mirate alla valorizzazione delle specificità dei differenti contesti territoriali. Lo scenario delle esperienze condotte sul concetto di Smart City in ambito Ue offre il contesto alla riflessione sulle prospettive di sviluppo dell’ambito regionale dell’Emilia Romagna, strutturato su un modello urbano policentrico diffuso.
«Ripensare i Condomini», è un focus sulla costruzione e la riqualificazione ad alta efficienza energetica degli alloggi collettivi in Italia sarà uno dei temi economici e sociali del prossimo futuro. Il convegno, realizzato in collaborazione con Anaci Emilia Romagna. «Obiettivo Zero» è l'iniziativa con la quale, mediante una serie di interventi di elevato profilo scientifico, si prefigura appunto l’obiettivo zero come uno strumento per una possibilità di progresso economico in armonia con l’ambiente e la società. Il consumo zero di suolo, i materiali a chilometro zero saranno tra i temi principali affrontati negli interventi. Si parlerà anche di retrofit, l’adeguamento tecnologico e la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente (anche quello storico, di cui la penisola italiana è particolarmente ricca) è il punto da cui partire per un recupero dei nostri luoghi urbani e anche di «Legno e ri-costruzione» sul comparto delle costruzioni in legno che è in leggera crescita: passa infatti in Italia dallo 0,5% del 2008 al 6% del 2012. Infine l’efficienza energetica degli edifici sarà il tema del Convegno CasaClima Network Emilia Romagna.
E’ anche prevista un’iniziativa rivolta agli studenti degli istituti tecnici dal titolo «La Casa sostenibile e la Riqualificazione degli edifici esistenti». Fin dai prossimi giorni sarà possibile iscriversi gratuitamente ai convegni direttamente dal sito web della manifestazione. r.eco.