Sei in Archivio

tragedia a colorno

"Il Canto, un modello dentro e fuori dal campo"

Sorbolo e Colorno sotto choc. Lo strazio dei compagni del Convitto Maria Luigia. Amici in preghiera al centro sportivo

di Cristian Calestani -

26 gennaio 2014, 11:36

 

 

"Filippo era un ragazzo esemplare. Il figlio che tutte le madri avrebbero voluto, ma anche l’amico su cui potevi sempre contare: quello che se si usciva in gruppo aveva sempre la testa sulle spalle». Cambiano gli ambienti – la Sorbolo dove è cresciuto, la Colorno dove si è formato da rugbista ed abitava da alcuni anni o l’Audace di Parma nella quale aveva giocato a calcio – ma il ritratto di Filippo Cantoni non cambia: è quello di un ragazzo modello. «Era bellissimo e bravissimo – racconta Costanza, cara amica della sorella Alice insieme alla quale ha visto crescere Filippo -. In tutto quello che faceva s’impegnava al massimo. Nello sport o a scuola sapeva sempre dare il meglio di sé. Era veramente un ragazzo d’oro». ..... I tantissimi ricordi degli amici, dei prof e del mondo del rugby sulla Gazzetta di Parma in edicola

Oggi alle 16 il mondo del rugby - giocatori e tifosi - si ritroverà al centro sportivo di via Ferrari a Colorno per un momento di preghiera. Ieri in segno di lutto è stata annullata l'amichevole tra le formazioni Under 18 di Colorno e Viadana.