Sei in Archivio

Il caso

Alex, ancora nessuna notizia. Il sindaco incontra la famiglia

Già 10 mila contatti in soli quattro giorni sulla pagina Facebook dedicata al giovane. Pizzarotti assicura l'impegno del Comune nelle ricerche del 21enne scomparso

27 gennaio 2014, 19:48

Alex, ancora nessuna notizia. Il sindaco incontra la famiglia

 

La famiglia e tantissime persone, tramite la pagina creata su Facebook, si erano rivolti al sindaco di Parma perché si attivasse affinché anche le istituzioni facessero la loro parte nelle ricerche di Aliaksei Kavalenka (Alex per gli amici), il 21enne di Eia di origini bielorusse scomparso da casa l'11 gennaio scorso. E ieri Federico Pizzarotti è voluto andare a casa del giovane per portare conforto alla famiglia e dare assicurazione del proprio impegno per far sì che non cali l'attenzione su quel ragazzo introverso, ma da tutti ben voluto, che in un momento di difficoltà ha fatto perdere le proprie tracce, facendo sprofondare nella disperazione tutti coloro che gli vogliono bene e che ora vivono nel terrore che possa aver commesso un gesto estremo.
Ieri a Eia è durato due ore l'incontro fra il primo cittadino, la mamma di Aliaksei e gli altri familiari e amici del giovane studente di ingegneria. Con il sindaco c'erano anche alcuni rappresentanti della Protezione civile, fra cui il responsabile comunale Claudio Pattini. Il sindaco ha assicurato che le ricerche proseguiranno con tutti i mezzi a disposizione, garantendo anche di continuare a sensibilizzare in questa direzione le altre istituzioni coinvolte nelle ricerche, a partire da prefettura e forze dell'ordine. Mentre i responsabili della protezione civile hanno spiegato in che modo stanno procedendo le ricerche del giovane, che sono estese a tutta la provincia: in particolare, sabato sono state battute varie zone di campagna, con l'ispezione di cascine abbandonate e altri luoghi in cui il 21enne potrebbe aver trovato riparo dopo essersi allontanato da casa.
Le ricerche sono state estese anche alla riviera del Conero, in provincia di Ancona: una zona che Aliaksei conosce bene, dal momento che proprio da quelle parti, negli ultimi quattro anni, ha lavorato per alcuni mesi all'anno come barista e cameriere. Un elemento che potrebbe far pensare che Aliaksei sia andato là è il fatto che l'ultimo posto in cui il ragazzo è stato visto è la stazione ferroviaria: fra le ipotesi, infatti, c'è quella che il 21enne abbia deciso di salire su un treno e partire per quella zona, che già conosce e a cui lo legano ricordi positivi. E proprio gli amici e colleghi di lavoro che vivono là si sono attivati per contribuire alle ricerche, nel caso lo studente avesse deciso di andare in quella zona.
Intanto continua anche la mobilitazione su internet: in soli quattro giorni la pagina Facebook «Perché non cercate Alex» ha raggiunto i diecimila contatti. Tantissimi anche i messaggi postati sia da Parma che da altre zone d'Italia: purtroppo, però, per il momento nessuna segnalazione di avvistamenti del ragazzo, ma solo messaggi di solidarietà e incoraggiamento alla famiglia.
Chi ritenesse di aver visto Aliaksei può segnalarlo alle forze dell'ordine.