Sei in Archivio

IL CASO

Fuggono dalla Casa famiglia: due 15enni rintracciati a Cesena

Individuati grazie alla descrizione della donna che gli ha dato un passaggio in auto

04 febbraio 2014, 19:23

Fuggono dalla Casa famiglia:  due 15enni rintracciati a  Cesena

Zainetto sulle spalle, qualche euro in tasca e voglia di andarsene.

Ma l’avventura di due quindicenni, ospiti di una casa famiglia del territorio salsese, si è conclusa a Cesena, quando gli agenti della Polizia erano ad attenderli all’arrivo del treno, su cui erano saliti a Fidenza.

I due ragazzi, nella tarda mattinata di domenica, si sono allontanati dalla comunità in cui sono ospiti e dopo aver fatto l’autostop sono arrivati alla stazione di Salso. Alla signora che ha dato loro un passaggio i due quindicenni hanno detto tranquillamente che dovevano tornare a casa, a Forlì, e che stavano recandosi in stazione, a prendere il treno.
Ma alla donna, subito dopo che sono scesi, è venuto il sospetto che i due adolescenti stessero scappando da qualcuno. Così si è messa in contatto con gli agenti della polizia municipale delle Terre verdiane di Salso, segnalando la coppia di ragazzi con lo zainetto, diretta alla stazione della località termale. E il sospetto della signora ha trovato subito conferma.
Così un agente della Polizia municipale è corso subito alla stazione di Salso, ma un taxista gli ha detto che i due ragazzi erano già saliti sul treno. L’agente, senza perdere tempo, si è precipitato alla stazione di Fidenza, ma i ragazzi in fuga erano già saliti su un treno che si sarebbe fermato anche a Forlì. Proprio dove i due avevano detto di voler andare. La polizia municipale allora si è messa in contatto con la Polizia ferroviaria di Parma, che a sua volta ha allertato il personale viaggiante in servizio su quel treno. E nonostante il convoglio fosse particolarmente affollato, il capotreno ha individuato subito i due adolescenti, grazie anche alla dettagliata descrizione che la donna salsese, che aveva dato loro il passaggio in macchina, aveva fornito.
All’arrivo del treno a Cesena, ad attenderli, c'erano gli agenti delle Volanti, già allertati dai colleghi di Parma.
I ragazzi sono stati presi in consegna dai poliziotti e trasferiti al comando, in attesa di essere riaccompagnati nella comunità. Insomma, grazie alla segnalazione iniziale e alla collaborazione tra la polizia municipale di Salso, il personale viaggiante sul treno, la Polizia ferroviaria di Parma e quella di Cesena, la fuga dei ragazzi si è così conclusa senza conseguenze. S.L.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA