Sei in Archivio

Traversetolo

Una lunga Giornata della Memoria

L'anniversario ricordato con diverse iniziative per piccoli e grandi

05 febbraio 2014, 09:03

Una lunga Giornata della Memoria

 

Traversetolo ha celebrato la Giornata della Memoria, istituita per ricordare lo sterminio perpetrato dal regime nazista proprio nel giorno dell’anniversario dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz.
Nei giorni scorsi i ragazzi delle classi medie in corte Agresti hanno partecipato all’incontro-conversazione con gli ex alunni dell’Istituto Mainetti che avevano partecipato al Viaggio della Memoria nel 2013 e che hanno potuto raccontare la loro esperienza: Francesca Marzi, Luca Amoretti, Edoardo Banzi ed Eleonora Chiussi, accompagnati dalla professoressa Raffaella Agresti.
Era presente anche Marco Minardi, direttore Isrec, che ha commentato: «Ricordare il nome delle vittime dell’olocausto e ricostruire la loro storia significa restituire loro dignità, è il minimo che possiamo fare. Non si tratta di credere, né di fare un uso politico della storia: si tratta di capire cosa è accaduto».
Nel pomeriggio di sabato Minardi era ancora in Corte Agresti per l’appuntamento con gli adulti «Documentare la memoria. La deportazione da Parma», un racconto storico composto da tre «storie» di deportazione: «I deportati della Guardia di Finanza»; «I ragazzi dell’Istituto A. Boito nei campi di internamento militare in Germania»; «Emilio Cellurale. La memoria salvata di un uomo giusto», con letture a cura di Michela Cerocchi, Tommaso Ferrari e Andrea Di Betta.
L’ultimo appuntamento era per i più piccoli con la presentazione del libro «Ricordare Mauthausen» con l’autrice, la professoressa Patrizia Marzocchi.