Sei in Archivio

Corniglio

Corniglio non vuole scordare

Incontro con classi delle elementari e medie

07 febbraio 2014, 20:38

Corniglio non vuole scordare

Anche la scuola di Corniglio con i suoi ragazzi ha onorato la Giornata della Memoria. Nell’atrio della scuola si sono riuniti gli alunni di 4ª e 5ª elementare, con i ragazzi delle medie. Con loro gli insegnanti, Matteo Cattani assessore comunale e Attilio Ubaldi, presidente dell’Associazione liberi partigiani italiani. Il professore di Lettere Arturo Gagliardi ha introdotto la giornata. I ragazzi poi hanno letto diverse testimonianze, documenti e poesie, scritte da superstiti e storici. L’attenzione è stata concentrata per di più su Primo Levi e il «Se questo è un uomo». Dopo di che è stato Ubaldi a portare ai ragazzi testimonianze storiche su quanto successo nei campi di concentramento, con alcune attualizzazioni: «La mia paura è che i ragazzi pensino che cose così non potranno mai più succedere, ma invece non è così. Il rischio che la storia possa ripetersi è presente, per questo bisogna essere vigili. Si è sterminato 6 milioni di ebrei più tanti altri come zingari, omosessuali e politici. Ci si chiede perchè si è lasciato che tutto ciò avvenisse, ma basta pensare alla Siria in questi anni, e cosa si sta facendo per fermarlo? Questo rende l’idea di quanto sia difficile affrontare queste cose, 70 anni fa come ora».