Sei in Archivio

gusto - ristoranti

Trattoria Cavazzini, la tradizione segue le stagioni

A Casatico di Langhirano il tempo si è fermato

di Chichibìo -

07 febbraio 2014, 19:49

Trattoria Cavazzini, la tradizione segue le stagioni

Salendo il colle di Casatico, la nostra Franciacorta, si costeggiano i vigneti ordinati di malvasia e sauvignon, di moscato e cabernet e si leggono le insegne di alcuni dei nostri migliori vignaioli -e, sullo sfondo, il castello di Torrechiara. Arrivati in alto, sulla cima della collina, svolate a sinistra, seguendo l’indicazione per Strognano, e fermatevi subito dopo, perché sulla destra troverete una casa con un terrazzo, un cortile ghiaiato e nessuna insegna: siete arrivati. Da oltre cinquant'anni questa trattoria si nasconde nell’anonimato e accoglie conoscenti e amici, avventori informati dal passaparola e, se non è troppo presumere, anche da una positiva recensione di sette anni fa apparsa sul nostro giornale. Da allora nulla è cambiato: la grande sala da pranzo, entrando sulla sinistra, col legno perlinato alle pareti e sulle colonne, sedie impagliate, stoviglie e tovaglie bianche, arredi e lampadari anni '60; un’altra sala più piccola è riservata agli amici e ai clienti più fedeli che mangiano vicino alla cucina.

La cucina, i piatti Le ricette della tradizione casalinga, fatta secondo stagione, da una cuoca di lunga esperienza, passione e abilità. Tutta la famiglia è all’opera: la figlia, almeno nei giorni festivi, serve in tavola, il marito si occupa dei salumi e del vino. Suoi, cioè fatti da lui, sono il sauvignon, la malvasia (anche dolce), il rosso (barbera-bonarda) che ha spuma durevole, buon corpo, la necessaria acidità. Suoi sono i salumi, cioè fatti fare e poi stagionati come si deve e a lungo nella cantina di casa. E da questi si comincia con l'antipasto (7 euro) di prosciutto dolce come si deve e dalla carne setosa; pancetta magra e anch’essa dolce; morbida cicciolata; giovane salame macinato fine. Insieme, cipolle e peperoni sott'aceto. Ai primi piatti (8 euro) anolini e tortelli d’erbetta: pasta chiara e morbida, leggero ripieno dolce di ricotta questi ultimi, mentre gli anolini avevano nel ripieno la carne di uno stracotto misto, erano equilibrati, serviti con un brodo leggero. Più robusti i secondi (8 euro): la faraona arrosto piuttosto saporita e ben cotta; il cinghiale in umido con polenta; il coniglio in bianco, fatto andare in padella con un’idea di limone e patate; il rustico cotechino con manzo e gallina.

Per finire Dolci (4 euro) fatti in casa, come tutto il resto (e anche le carni, se non sono del pollaio domestico, sono di contadini dei dintorni): la crostata con la marmellata di prugne, la spessa torta di cioccolato, il buon semifreddo. Menu a voce e il conto che s'aggira sui 29 euro (bevande escluse). Menu non esposto, coperto 2 euro, ingresso e bagni comodi.

Non mancate Prosciutto, coniglio


TRATTORIA CAVAZZINI
CASATICO DI LANGHIRANO
( 0521.861361
CHIUSO: CHIUSO MARTEDÌ
PRENOTARE SEMPRE
CUCINA: *****
CANTINA: ••