Sei in Archivio

Cronaca nera

Undici anarchici indagati per attentati a Genova, Bologna e alla sede dei Ris di Parma nel 2005

I carabinieri del Ros hanno eseguito perquisizioni e sequestri

25 febbraio 2014, 14:27

 

(ANSA) - Undici anarchici informali sono stati indagati per due attentati avvenuti a Genova Prà e Genova Voltri in altrettante caserme dei carabinieri il primo marzo 2005. Tra gli indagati anche Alfredo Cospito, già condannato per l’attentato all’ad di Ansaldo nucleare Roberto Adinolfi, e e Marzio Muccitelli, esponente di spicco dall’anarchismo informale. I Ros hanno eseguito in mattinata una serie di perquisizioni fra Toscana, Liguria e Campania.
Tra i reati contestati a diverso titolo agli 11 anarchici informali anche gli attentati alla caserma del Ris di Parma e il plico esplosivo inviato a Sergio Cofferati, che nel 2005 era sindaco di Bologna.
I carabinieri del Ros che stamani hanno eseguito le perquisizioni hanno sequestrato due personal computer oltre che materiale documentale.
Gli indagati sono accusati di far parte di un sodalizio eversivo di natura anarcoinsurrezionalista federato nel cartello clandestino denominato Federazione anarchica informale. Le cellule che compongono la federazione, secondo gli inquirenti, operano in tutta Italia e, in merito al procedimento in cui sono indagati gli undici, in Liguria, Emilia-Romagna e Toscana.