Sei in Archivio

bore

«Apriamo la porta e davanti alla casa c'è un abisso»

Due fratelli vivono da un anno di fronte a una frana. Il sindaco Ralli: «Presto partiranno i lavori»

di Erika Martorana -

09 marzo 2014, 16:04

«Apriamo la porta e davanti alla casa c'è un abisso»

 

Un pericoloso smottamento è in atto da diversi mesi sul territorio della Valcenedola, in località Musino, situata nel tratto della Strada provinciale 359, a metà tra il capoluogo di Bore e la frazione di Luneto.
A preoccupare non sono solo i disagi che ogni giorno interessano la viabilità (è stato istituito il senso unico alternato) ma anche e soprattutto il «futuro» dell’unica casa della piccola località, che si trova proprio di fronte all’allarmante frana, a pochissimi metri di distanza.
«Da un anno - racconta Giuseppe Zermani, co-proprietario della casa, in cui vive con il fratello Bruno - dobbiamo convivere con un vero e proprio “abisso” davanti a noi. Improvvisamente nel marzo del 2013, con tutta probabilità a causa delle intense nevicate, abbiamo visto oltre metà della strada davanti alla nostra abitazione crollare letteralmente. E la situazione peggiora ogni giorno. Abbiamo paura che prima o poi possa accadere qualcosa di brutto anche alla nostra casa, che per ora non ha comunque avuto nessun problema legato a crepe o movimenti».
«Sono cinquant’anni che vivo a Musino - continua - mai stati problemi di questo genere; purtroppo, è accaduto tutto in pochi istanti e ora io e mio fratello siamo preoccupati per quello che potrebbe succedere anche a noi».
I fratelli Zermani nella primavera scorsa s'erano rivolti al Comune. «Abbiamo parlato con il sindaco Fausto Ralli - spiega Giuseppe - che ci ha fortemente aiutato e ha subito chiamato in causa la Provincia per alcuni sopralluoghi che si sono tenuti in settembre e ottobre. Speravamo che i mezzi della Provincia si mettessero in moto prima dell’inverno, onde evitare che la situazione già critica peggiorasse, ma non abbiamo visto nessuno. Fortunatamente, Il sindaco ci ha informato del fatto che lo scorso gennaio la Provincia ha stanziato un finanziamento di circa 90.000 euro per un efficace intervento sul tratto di strada franoso».
Dopo le insistenti piogge di questi mesi, si attendono giornate di sole o comunque «clementi», per consentire i lavori che dovrebbero partire nelle prossime settimane: «A seguito di numerosi sopralluoghi e di rilievi tecnici - dichiara il sindaco Ralli - la giunta provinciale ha deliberato un progetto importante con relativo finanziamento che consentirà di ripristinare la viabilità e di eliminare ogni timore per la casa dei due residenti. Il progetto è in corso di appalto - conclude il primo cittadino - perciò i lavori, tempo permettendo, dovrebbero cominciare nelle prossime settimane. La Provincia ha avuto la necessaria attenzione verso questa urgenza».