Sei in Archivio

Sorbolo

Voto a Sorbolo: liste civiche in cerca di una strategia

Dopo le primarie che hanno incoronato Cesari. La Donelli: "Dal Pd promesse mai mantenute". Picelli: "La Zanichelli non si darà per vinta"

di Cristian Calestani -

14 marzo 2014, 18:46

Voto a Sorbolo: liste civiche in cerca di una strategia

 

Parte con un pizzico di ironia la campagna elettorale allargata, e non più circoscritta al Pd, a Sorbolo. A poche ore dalla netta vittoria di Nicola Cesari alle primarie Pd, partiti e forze politiche alternative al Partito democratico scelgono la strategia dell’attesa, ma c’è già chi come Volontà Sorbolese, lista civica che pesca soprattutto nel centrodestra, spara duro contro l’amministrazione comunale uscente targata Pd e chi come Franco Picelli di Patto per Sorbolo parla di una «Zanichelli bocciata duramente, ma che certamente non si darà per vinta».
Da qualche giorno nelle strade del paese sono comparsi una serie di cartelloni, a firma Volontà Sorbolese, che riportano l’immagine di un tuffatore accompagnata dalla scritta «Sorbolo. Lo sport preferito dai nostri cittadini. I tuffi senza piscina».
«E’ un messaggio ironico rivolto all’amministrazione – commenta Marzia Donelli, consigliere comunale di Volontà Sorbolese -. Il riferimento alla piscina, tante volte promessa dal sindaco Angela Zanichelli anche durante la recente campagna delle primarie del Pd, ha una valenza simbolica. Non siamo certo qui a chiedere la piscina a fronte di tutto quello di cui c’è bisogno oggi a Sorbolo. Semplicemente la piscina simboleggia una serie di promesse mai mantenute». L’ironia è rivolta all’amministrazione nel suo insieme, ma parlando di Cesari la Donelli spende comunque parole di apprezzamento: «E’ stato un bravo assessore. Le primarie del Pd hanno dimostrato che c’è stata una fetta consistente di cittadini che non ha apprezzato l’operato dell’amministrazione comunale. Le primarie hanno messo in luce un’insoddisfazione generale dei cittadini e una netta spaccatura all’interno del Pd. Sicuramente hanno votato anche tanti elettori di centrodestra con l’intento di acuire questa spaccatura».
Poi sulle future amministrative: «Noi ci saremo – conclude la Donelli -. Ci riuniremo a breve per definire le nostre strategie».
Analizza il voto anche il consigliere di Patto per Sorbolo Franco Picelli, ex sindaco dal 2004 al 2009 battuto da Angela Zanichelli per un solo voto contestatissimo alle primarie di cinque anni fa. «Penso sia stato il diverso modo di rapportarsi con il paese a determinare il vincitore delle primarie - la considerazione di Picelli -. Certamente la Zanichelli non si darà per vinta come ha fatto intendere su Facebook, ma questa volta è stata bocciata per davvero. Patto per Sorbolo si riunirà a breve per esaminare la situazione».
In attesa anche il gruppo della Lega Nord. «Stiamo valutando la situazione – il commento del leghista Claudio Catellani - sia al nostro interno che per quanto riguarda un eventuale dialogo con altre forze politiche in contrapposizione al Pd. Ancora non sappiamo come saremo presenti alle prossime amministrative: se con una lista civica, una lista targata Lega o in accordo con altri».
Anche Catellani ha parlato delle primarie: «Ha votato tanta gente. Bisognerà capire quanti sono gli under 18 che non avranno diritto di voto a maggio e soprattutto se si è trattato di elettori tutti del Pd. Resta comunque un ottimo risultato per il quale mi sono complimentato con il vincitore Nicola Cesari. La gente, molti anche di centrodestra che hanno partecipato alle primarie del Pd, ha fatto capire alla vecchia dirigenza del partito che era ora di cambiare».
Da inquadrare anche il ruolo del Movimento Cinque Stelle, presente in paese in alcune situazioni con un proprio banchetto.