Sei in Archivio

Ricciardo squalificato, c'è un giallo

L'australiano della Red Bull perde il secondo posto per un anomalo consumo di benzina. Ma la colpa potrebbe non essere del team.

16 marzo 2014, 16:40

Ricciardo squalificato, c'è un giallo
La domenica di Melbourne della Red Bull diventa nera. La Direzione Gara, con ben cinque ore di ritardo sulla bandiera a scacchi, ha infatti squalificato Daniel Ricciardo, secondo al traguardo del Gran Premio d'Australia, estromettendolo dalla classifica.

Questa la nota diffusa dalla Federazione: "E' stato superato costantemente il limite di carburante consentito di 100 kg/h". Sembra che il team non si sia reso conto del consumo eccessivo di Ricciardo per problemi di telemetria o per una possibile anomalia nel sistema del flussometro. Il team di Milton Keynes aveva infatti chiesto alla Fia di sostituire il fuel flow meter in parco chiuso dopo la qualifica. Resta quindi da stabilire se la responsabilità del consumo anomalo sia da ascrivere alla scuderia anglo-austriaca o piuttosto alla Gill Sensors, la società che produce per tutti i team l'Ultrasonic Fuel Flow Meter.

Probabile il seguito di polemiche dopo la squalifica di Ricciardo e maledizione australiana che continua: mai nessun pilota è salito sul podio nella corsa di casa.

Ricciardo squalificato, c'è un giallo