Sei in Archivio

Corniglio

Sindaco, De Matteis tenta il bis. Incognita Cattani

In corsa canche l'ex vicesindaco Rosalia Manini?

di Chiara Cacciani -

16 marzo 2014, 16:00

Sindaco, De Matteis tenta il bis. Incognita Cattani

 

 

De Matteis tenta il bis: è ufficiale. Ma nel frattempo rischia di perdere un pezzo importante della sua squadra: Matteo Cattani. E sulle mosse di quello che è stato uno dei più attivi assessori della Giunta si gioca lo scenario elettorale cornigliese. Due o più liste (e altrettanti candidati sindaco) a sfidare il primo cittadino uscente? Le voci si rincorrono, il gossip elettorale in questo periodo è particolarmente vivace. Ed escono ipotesi interessanti.
De Matteis ci riprova
Si parte dalle certezze: è proprio con la Gazzetta che il sindaco Massimo De Matteis ammette di aver sciolto le riserve e di voler «provare a completare il percorso intrapreso». «L'anno scorso avevo quasi maturato il passaggio di consegne a qualcuno del gruppo che volesse impegnarsi per Corniglio - confida -. Quello che è successo nel frattempo, a partire dall'emergenza frane , mi induce a continuare. Il rinnovo dell'Amministrazione e del Consiglio arriva in un momento cruciale per le scelte che riguardano il futuro di queste terre, dalla ricostruzione all'Unione di Comuni, e vorrei tenere la rotta sui progetti avviati. E vedere la luce in fondo al tunnel». 
La sua candidatura-bis verrà ufficializzata domenica prossima. La squadra che lo accompagnerà, invece, è ancora in parte da definire. «Un progetto di rinnovamento dovrà essere fatto - spiega il sindaco uscente - Diversi consiglieri hanno già manifestato l'impossibilità a proseguire nell'impegno: è fisiologico, ma io spero che trovino le energie per continuare». 
Inevitabile chiedergli delle voci di possibili e definitive spaccature interne alla Giunta che potrebbero portare qualcuno ad impegnarsi in altri progetti elettorali. Non si fanno riferimenti specifici, e non li fa nemmeno De Matteis: «Non saprei fare nomi nè cognomi - dice -. In politica queste cose succedono, ma se qualcuno deciderà di cambiare gruppo dovrà spiegarlo ai cittadini e prendersi le proprie responsabilità». «Non è un problema mio», chiude la questione.
Cattani, rottura quasi ufficiale 
Il nome in realtà c'è ed è quello dell'assessore allo Sport Matteo Cattani, che in più occasioni ha manifestato la sua distanza dalle scelte dei colleghi. Ultima, quella del referendum consultivo sulle aree di preParco. «Posso dire che ho parlato chiaramente al gruppo di maggioranza il 5 gennaio - sono le prime parole a domanda diretta sulle intenzioni per il futuro -: sulle frane e sulla ricostruzione serve lavoro di squadra, non politicizzazione. Io ho vincolato la mia posizione a un rinnovamento del gruppo, dando spazio a giovani cornigliesi che si impegnano e vivono il territorio. Ma questo non è avvenuto».
Dunque? «Non ho velleità da sindaco - spiega - ma quelle di mettere in campo una giunta di persone non politicizzate, formata da chi vive quotidianamente i problemi, non da chi arriva da Parma. In questi anni è mancata soprattutto la presenza degli amministratori: la gente va incontrata ed ascoltata». 
Le voci - sempre quelle - parlano di contatti con Giuseppe Delsante, capogruppo degli Alpini cornigliesi, membro dell'associazione di Roccaferrara ma soprattutto - in tema di politica - uno dei consiglieri di minoranza dimessisi nel novembre 2010 in polemica con l'Amministrazione. «E' ovvio che politicamente siamo su due posizioni diverse - risponde Cattani -, ma apprezzo il suo impegno serio e costante per il paese. Delsante inoltre abita qui tutto l'anno». Solo lasciata intendere, un'apertura comunque c'è: «Io ascolterò tutti come ho sempre fatto, e sulle tematiche legate al territorio sono sempre disposto a collaborare con chi propone buone soluzioni». Che un requisito indispensabile sia la presenza quotidiana nel Cornigliese lo conferma anche l'hashtag creato ad hoc e rilanciato costantemente su Facebook e Twitter: #aborigeno.
Il ritorno della Manini?
Corteggiata da un gruppo di cittadini in vista di una candidatura è anche Rosalia Manini, già vicesindaco della Giunta Pellegri. Anche lei avrebbe contatti con Delsante e anche lei potrebbe tornare ad impegnarsi per Corniglio dopo la delusione del 2009, quando come candidato sindaco era stato scelto il (poi dimissionario) Claudio Delmonte.