Sei in Archivio

Primarie del Pd a Langhirano

Sarà Giorgio Zani a correre da primo cittadino

Il dirigente 59enne ha stracciato l'avversario: «Ora via alla stesura del programma elettorale»

di Giulia Coruzzi -

20 marzo 2014, 15:37

Sarà Giorgio Zani a correre da primo cittadino

LANGHIRANO - Sono stati 530 i partecipanti alle primarie del Pd, ieri, a Langhirano: 382 cittadini hanno espresso la loro preferenza per Giorgio Zani, 148 avrebbero invece voluto Antonio Eccher come candidato sindaco alle prossime amministrative. La matematica però parla chiaro: il 72% dei votanti ha preferito il segretario della sezione langhiranese del Partito democratico, il 59enne originario di Gualtieri ma langhiranese da 17 anni.

Partecipazione soddisfacente
L’affluenza dal partito è stata definita «buona», in linea con le previsioni: 398 i votanti alla sezione 1 (93 hanno scelto Eccher, 305 Zani); 132 alla sezione 2 (55 per Eccher, 77 per Zani). «Oltre 500 persone ci hanno dato un buon segnale di interesse e partecipazione - spiega il sindaco Stefano Bovis -. Le primarie si sono rivelate anche a Langhirano un buono strumento. Il clima è stato tranquillo per tutta la giornata, segno di una distensione che lascia presagire un buon inizio di attività. Perché il lavoro vero parte ora: inizieranno gli incontri con tutte le realtà del territorio, con le associazioni di categoria, con i cittadini».

Bovis: ora via alla campagna
Dopo settimane di pacatezza e autocontrollo, il primo cittadino, a primarie concluse, si è poi lasciato prendere dall’entusiasmo politico e ha annunciato: «Adesso parte la vera campagna elettorale. E sarà infuocata. Avvisiamo gli altri candidati: sarà all’insegna della “langhiranità” più appassionata». Nessun festeggiamento, finiti gli scrutini, ma sportività nei commenti da parte del vincitore: «Ci conforta il dato delle affluenze - ha sottolineato Zani -. La gente ha partecipato. Il clima è stato di assoluto reciproco rispetto. Sono assolutamente pronto a collaborare con Antonio Eccher, anche perché questa era soltanto la prima tappa di questo “Giro d’Italia” che ci vedrà impegnati da qui alle elezioni in maniera intensa. In questi giorni si riunirà il direttivo e si entrerà nel vivo della stesura del programma elettorale».

Montagna in primo piano
Giorgio Zani ha alle spalle anni di attività presso Irecoop, l’Istituto regionale di educazione cooperativa, di cui è stato vicedirettore e direttore generale, occupandosi principalmente di vari progetti di ricerca, formazione professionale e produzione di sussidi didattici per vari programmi comunitari. Dal 2003 è direttore generale di Enaip Parma. Dal 2009 è componente del direttivo del Pd di Langhirano, del quale è diventato segretario nel novembre 2013. L'attenzione di Zani è tutta rivolta verso il territorio, con una particolare sensibilità per la montagna, nei confronti della quale Langhirano, a detta del neo candidato sindaco, «dovrebbe avere un ruolo di rappresentanza forte». Ma tra i cardini del programma di Zani vi sono anche amministrazione oculata, gestione rifiuti, scuola, Unione, sport, cultura e attività giovanili.