Sei in Archivio

TRIBUNALE

Ubriaco contromano in tangenziale provocò incidente mortale: condanna a 5 anni

Si è concluso il processo al romeno che si schiantò contro l'auto del 32enne Alessandro Mari, non lasciandogli scampo

25 marzo 2014, 17:36

Ubriaco contromano in tangenziale provocò incidente mortale: condanna a 5 anni

Il pm aveva chiesto una condanna a 8 anni, il giudice ne ha stabiliti cinque nei confronti del 26enne romeno che all'alba del 23 giugno 2013, ubriaco, percorse sette chilometri in contromano in tangenziale Sud fino a schiantarsi contro l'auto guidata da Alessandro Mari. Un impatto devastante, che non lasciò scampo al 32enne parmigiano: la sua auto si era trasformata in una trappola mortale di lamiere.

Il processo si è celebrato oggi e il 26enne è stato condannato per omicidio colposo pluriaggravato. Dovrà pagare una provisionale di 100mila euro ai genitori del ragazzo, 10mila ai fratelli e altrettanti all'Associazione vittime della Strada, che si era costituita parte civile. 

Lo schianto era avvenuto una domenica alle cinque del mattino sulla tangenziale Sud, quasi all'altezza dello svincolo che porta all'uscita numero 12, quella su via Spezia. Alessandro Mari stava tornando a San Michele Tiorre, dove abitava con i genitori: lavorava di notte come addetto alla security, l'ultima notte di musica e allegria al Colle San Giuseppe di Alseno. L'auto - una vecchia Laguna - su cui viaggiavano il 26enne e una connazionale di 30 anni era entrata contromano molto prima, per una sciagurata distrazione, e Mari non aveva potuto evitarla.