Sei in Archivio

Traffico

Patenti fantasma: altri due "pizzicati"

Fenomeno in aumento

28 marzo 2014, 19:36

Patenti fantasma: altri due

Il «censimento» delle patenti false va aggiornato quotidianamente, a conferma di quanto ormai sulle nostre strade il fenomeno sia esteso e allarmante.
Altri due pericoli pubblici beccati gli agenti della Squadra volanti nel giro di poche ore. Il primo in verità non s'era neanche preso la briga di attrezzarsi con un'«imitazione», lui la patente non ce l'aveva proprio, il secondo aveva pensato bene di «taroccare» il contrassegno dell'assicurazione. Nigeriani entrambi, e anche questa non è una novità.
Lunedì sera, una pattuglia che transitava in strada Argini ha fermato un'Honda Civic. Al volante un giovane nigeriano che alla richiesta degli agenti di mostrare i documenti ha svuotato le tasche tirando fuori tutto quel che aveva: passaporto e permesso di soggiorno, perfettamente in regola. Tutto tranne la patente di guida: quella non è saltata fuori per il semplice fatto che quel tizio non s'era mai preso la briga di conseguirla, almeno in Italia.
Per lui è scattata così una denuncia per guida senza patente, mentre l'Honda Civic è stata sottoposta a fermo amministrativo.
La sera stessa un'altra pattuglia ha «pizzicato» un connazionale in via Ugo Bassi (nella zona di viale Villetta), sempre alla guida di una Honda. La patente ce l'aveva, ma i poliziotti non appena hanno dato un'occhiata al contrassegno dell'Rc auto si sono accorti che era una «patacca». Denunciato l'automobilista, per un po' dovrà andare a piedi: sequestro amministrativo per l'auto.
Un fenomeno allarmante, si diceva, e sotto gli occhi di tutti: il fenomeno delle patenti false sta montando in mezza Italia e quel che succede a Parma pare una conferma di quanto il giro sia ormai vasto. Si parla sempre più di insistentemente di un vero e proprio racket: una ramificata organizzazione specializzata nel riprodurre patenti, permessi internazionali di circolazione, assicurazioni e intestazioni di veicoli. Un business che fa a gola a parecchi, dove una grossa parte la fa Internet. Non occorre essere maghi dell'informatica per riuscire a trovare quello che serve, a prezzi stracciati: 50 euro e ti arriva la patente fatta in casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA