Sei in Archivio

salsomaggiore

Fiera di San Vitale, largo ai giovani

Anche il concerto di "little taver" tra i tanti eventi previsti dal 25 al 28 aprile. Per la seconda edizione della manifestazione ci saranno anche i "Giochi senza quartiere"

di Paola Tanzi -

01 aprile 2014, 21:51

Fiera di San Vitale, largo ai giovani

Sarà il concerto dei «Little Taver and his crazy alligators» il clou della rassegna salsese dedicata al patrono.
Dal 25 al 28 aprile, con i tanti eventi che si susseguiranno negli angoli della città i salsesi rivivranno il momento di festa lanciata già nella prima edizione dello scorso anno della «Gran Fiera di San Vitale».
Ed il 26 aprile, alle 22, dal Gazebo di viale Romagnosi sarà proprio la seguitissima rock band a segnare il passo di una manifestazione che vuole espandersi, richiamando attenzione e turisti, aprendosi ad un mondo, quello giovanile, che deve tornare a «vivere» la città termale.
La band partecipò al film «Radiofreccia» di Luciano Ligabue: fu subito cult tra i giovanissimi. E viale Romagnosi sarà il punto di ritrovo, se così si può dire, dei giovanissimi: sempre il 26 la zona sarà trasformata in pista per un’esibizione di «Skate long&street».
Per i più giovani la fiera inizierà il 24 sera con il concerto dei «Tutti frutti più uno», sempre in viale Romagnosi, una bella sorpresa per Salsomaggiore.
Ma la Gran fiera sarà anche un momento di comunità: l’organizzazione dell'evento, che fa capo alla Pro loco, vedrà anche la prima volta dei «Giochi senza quartiere», una riproposizione dei giochi di una volta, come tiro alla fune e staffetta, fatti in gruppo di 6-8 persone dai 18 ai 99 anni, ed aperti previa iscrizione entro il 15 aprile secondo regolamento visibile sulla pagina Facebook della fiera.
La prima edizione dei giochi si svolgerà sabato 26 alle 15 all’oratorio Don Bosco.
La fiera, durante i quattro giorni avrà anche mercatini dedicati al benessere, ai prodotti autoctoni ed ecosostenibili, in tre differenti punti cittadini. E come sempre grande spazio sarà dato alla storia ed alla cultura salsese: conferenze, mostre e concerti lo sfondo di una seconda edizione che punta ancora sulla salsesità.
«Ancora metteremo in rilievo le nostre associazioni, le nostre scuole, i nostri prodotti. Per dimostrare che Salso ha raccontato tanto ed ha ancora tanto da raccontare», ha spiegato la presidente della Pro loco Vanessa Vedovelli.